Archive for the ‘null’ Category

Natale & Pandoro

25 dicembre, 2008

Come tutti sapete, oggi è Natale, anzi ormai natale.

Si ma ormai il natale, che senso ha? Il Natale era una festa religiosa, ma col tempo è diventata ormai una festa come tutte le altre, dove non si lavora e si fanno regali. Avrà ancora un senso? Si. Se fossi davvero spinto religiosamente mi sarei incacchiato con ogni persona per aver distrutto il significato che c’era dietro a questa festa, ma non ritenendomi tale passo il natale sempre felice e divertendomi. Ormai il natale è comodo a tutti, più o meno non si lavora per qualche giorno, si sta con la famiglia, e chi può riesce a star bene. E nel rito, c’è incluso il regalo, il dono. Ecco ieri sono andato alla messa di mezzanotte, affollatissima, e il sacerdote -l’unico momento in cui l’ho seguito- ha detto che come dice Renato Zero in una sua canzone, “Il bene che colpisce come il male, persino quello che fa più soffrire, è un dono che si deve ACCETTARE, CONDIVIDERE, poi RESTITUIRE.”. A me questo rito piace tantissimo, insomma, a me hanno sempre regalato qualcosa, e pure io ho sempre ricambiato anche con qualche piccola cosa. Cosa che però non mi piace è se ti fanno regali inutili. Che ti si presentano dicendo “È una sciocchezza…”. E proprio a me dovevi farla? XD vabbè, siamo più buoni e non mi preoccupo. E poi è bello vedere tutta quella gente in giro, a comprare regali in centro, tutte quelle luci… E poi la signora del piano di sopra che mi porta ogni Natale il piatto con gli ‘strufoli’ (spero si scriva così) che fa in casa e che sono una delle mia poche delizie… Ma il 25 dicembre è una data famosa anche per un’altro avvenimento. 

La nascita di Pandoro Blog. =O

Ebbene si, un anno fa, nasceva questo blog. Non so se piace ed interessa, ma a me è servito, e per me è tanto. Per di più ho conosciuto voi, pochi (ma buoni!), e vi ringrazio tutti.  In particolare, ma non vorrei essere scortese nei confronti di nessuno, ringrazio Artemisia, che è dall’inizio che mi sopporta e Marco che da Londra ha sempre qualcosa di interessante e diverso dal classico post anti-Berlusconi (o anti-Zampogna, alla Irnerio), di cui non mi perdo nemmeno un post. E poi LuCa, con cui mi ritrovo nei mio spirito rock-adolescenziale…

…No ma poi mi sento in colpa per non ringraziarvi uno ad uno… 

E allora un grazie anche a Irnerio, Francesco, Marina, Alice, Lesnek, Will, sPunto e Lorenzo. AAAh dimenticavo, per chi si è incuriosito sul perchè del nome Pandoro Blog… Quella sera del 25/12/2007 stavo qui al computer, sulla stessa sedia e Lorenzo mi aveva appena fatto vedere il suo blog. Allora ho detto, perchè non farne uno anche io? Sono andato su WordPress su cui già ero registrato da qualche settimana, e non sapendo che nome dargli, dato che alla mia sinistra sul pianoforte c’era un pandoro…

BUONE FESTE A TUTTI.

Un piacevole risveglio

1 dicembre, 2008

Ieri, giornata della mia cresima, mi sono alzato in un modo diverso dagli altri.

Mamma: “Svegliati che è tutto bianco!! Mettiti gli scarponi!”
Io: (aprendo gli occhi non capendo niente) “E lasciame dormire! Ho sonno!”
Mamma: “Dai che è tutto bianco!”
Io: (e mo questa che vuole?) “Si, si, ok.” (girandomi nelle coperte)
Mamma: “Dai svegliati!”
Io: “E baaa! Voglio dormir…” (zz…..z……zzz…….z…zz…)

Poco dopo però mi sono svegliato, questione di qualche minuto, e sono andato in bagno. Mi sono detto, “Ma che è che è tutto bianco?”, e ho aperto la finestra.

p1090988

p1090987

p1090984
(fatta da mio padre la sera. Era grandine, ma a camminarci è stata
una bella sensazione, mi ha reso felice. Peccato che è durata poco…) 

A 15 anni

12 ottobre, 2008

A 15 anni mi ritrovo sempre da capo a zero.

Mi chiedo del mio futuro, di ciò che vorrò fare, che lavoro avrò, passo al pensare dal politico (mi piacerebbe: naturalmente entrando alla camera da ‘cittadino’ e non da ‘aristocratico’) all’architetto (un Renzo Piano), dal sindaco all’ambasciatore, da regista a non so cosa. Ma torno sempre a pensare al nulla, perchè ogni volta cambio… E poi ci ritorno sopra facendo il ‘giro di peppe’ come si dice a Roma.

Mi chiedo perchè mi interesso di politica (giusto quelle cose in più che i miei comuni compagni non sanno).

Mi chiedo se davvero andrò a vivere all’estero, a Londra che tanto mi piace, o rimarrò qui, nella capitale (sempre che colui che non deve essere nominato non la sposti a Milano), a soffrire il caldo, a non vedere pioggia e a convivere con la cacca dei cani e le scritte sui muri.

Mi chiedo poi se avrò quei soldi necessari per farmi la casa che tanto immagino, moderna, cucina all’americana, zona libreria-computer da me ideata, e lo schermo da non so quanti pollici in HD…

Per non parlare poi del ‘se avrò una famiglia’. Mi sposerò? Avrò figli? Ogni volta che vedo una ragazza che mi piace -come dire MMM- ci fantastico, per poi tornare sempre punto a capo. E vedo quasi tutti i miei amici (tanti, tanti…) che escono con la loro ragazza, passano il tempo scoprendo l’adolescenza (o amore adolescenziale attraverso l’adolescenza, come preferite). Io al contrario sto al computer a chattare su msn scrivendo lol a raffica e divertendomi. Ma divertendomi da fermo. E la ragazza da staccarmi da qua non c’è. E perciò torno a zero.

Mi chiedo, se la canzone che sento da 6 mesi ininterrottamente per quanto la sentirò ancora, che sarà di me la musica. I Coldplay che fine faranno? Che ne sarà del mio lato musicale, e della mia carriera da ‘drummer’?

Mi chiedo se riuscirò mangiare di più e meglio di come mangio adesso.

Mi chiedo se voterò a sinistra o a destra.

Mi chiedo se quegli (piccoli o grandi che siano) sforzi che faccio a studiare, quei voti che prenderò, se li prenderò, mi serviranno in futuro o saranno inutili. Vedi chi, oramai diventato ricco, sta al parlamento e ti dice che Guantanamo sta in ‘Afagnistnan’ (no non è un mio errore di battitura) o che l’Ara Pacis diventa Ara Paces e che è un monumento all’Augustus, e che l’Ara Paces era un mercato. 

Mi chiedo che sarà il futuro, con tutta questa tecnologia, se ci saranno guerra, e che fine farò.

Mi chiedo se riuscirò invece di fare avanti e dietro arrivare ad un qualcosa.


       Marco capirà il testo della canzone…

Work in progress

5 ottobre, 2008

Pandoro Blog si fermerà per un breve periodo (5/6 giorni). Scusate per l’inconveniente. Potrete lo stesso sfogliare l’archivio!

Che schifo

26 settembre, 2008

Oltre ai tanti problemi che stiamo attraversando (di cui uno importantissimo, il più importante di tutti, di cui parlerò nel prossimo post, o almeno lo spero) ci sono due cose che mi hanno davvero fatto schifare, che mi hanno fatto ragionare e pensare in che razza di paese viviamo.

Il primo, riguarda il cibo. Il nostro cibo che a colazione, pranzo e cena portiamo in tavola. Alcuni giorni fa lessi questo articolo (qui) e rimasi a bocca aperta. Si, ne avevo già sentito di cose del genere tipo pomodori cinesi, salumi scaduti etc, ma questo mi ha daffero fatto schifare. Vi cito qui tre pezzi dell’articolo per farvi capire a cosa andiamo incontro.

Lo scenario ricostruito dagli investigatori è inquietante. Decine di tonnellate di scarti di formaggio piene di schifezze ritirate da grosse aziende (Granarolo, Ferrari Giovanni industria casearia, Zanetti) e mischiate a prodotto fresco: un sistema collaudato con cui la DELIA, stabilimento a Monticelli D’Ongina, sede legale a Milano in piazza IV Novembre, riesce a piazzare sul mercato italiano e europeo il suo prodotto finito. Che vuol dire soprattutto: formaggio grattugiato. Come? Vendendolo a aziende che lo confezionano in buste a marchio “Galbani”, “Ferrari”, “Medeghini”, solo per citarne alcuni. O direttamente al cliente finale, come nel caso di “Biraghi” o “Prealpi”. 

E chi certifica, passando a bere un caffè, che è tutto a posto, nonostante le celle frigorifere trabocchino di tonnellate di merce con dentro insetti, larve, escrementi e carcasse di topi, muffe, pezzi di plastica? Semplice: il veterinario dell’Asl. 

Sulle triangolazioni pericolose con cui DELIA acquistava “merda” – termine usato dai truffatori per indicare il prodotto avariato […]

Vi rendete conto? Dentro i formaggi c’erano larve, insetti, escrementi e carcasse di topi, muffe e pezzi di plastica. E tutto questo era certificato dal veterinario della Asl! Che schifo. Le cose che noi ci mangiamo. E questo penso proprio succeda anche con altre centinaia di prodotti. Ma dove viviamo? MA DOVE VIVIAMO? PERCHè LA GENTE SE NE FREGA DEGLI ALTRI E FA TUTTO SOLO PER I SOLDI? MA VI RENDETE CONTO? ‘CARCASSE DI TOPI’. È UNA COSA INAUDITA. I-N-A-U-D-I-T-A!

Per non parlare del secondo, dove (SEMPRE IN ITALIA) sono state scoperte case, scuole, parcheggi e quant’altro costruiti con rifiuti tossici (qui l’articolo).

Almeno 350 mila tonnellate di materiali tossici sono state utilizzate per costruire, tra l’altro, tre cortili di altrettante scuole: l’elementare San Francesco e un istituto tecnico superiore, entrambi di Crotone, e una scuola elementare a Cutro. Arsenico, zinco, piombo, indio, germanio, mercurio, sostanze tossiche speciali provenienti dagli scarti dell’industria “Pertusola” di Crotone che invece di essere smaltiti con le cautele di legge venivano impiegati in edilizia. 

Scuole, parcheggi, strade, case e opere pubbliche costruite con materiale di scarto industriale, rifiuti tossici e sostanze cancerogene.

Davvero, ma dove viviamo? Mi sembra davvero di vivere in un paese estraneo dal mondo. Perchè molti italiani fanno così schifo? E la politica, dove sta?

Come diciamo noi tra amici: bella merda. E ci sta tutta.

Nooooooooo!!!

16 settembre, 2008

Noooooooooooo!!!!! Urla disperate di un ‘pandoro’ che deve tornare in fabbrica per prepararsi a sbarcare sui banchi ‘delle case degli italiani’!!! Nooooooo!!!!

Oltre al problema che devo tornare a scuola (nooo latino! Noo Biologia e Chimica!!! Nooo!!! HELP ME!!!) non potrò: avere internet escluso il sabato e la domenica (niente articoli settimanali, niente visite e commenti esclusi questi due giorni :(, niente ‘surf the net’ e niente di niente…). Noo! Come farò? 

Uffa… Non posso lasciare come dice Irnerio ‘il blog alla ortiche’! L’anno scorso cel’ho fatta ma non mi va di ripetere ciò per altri futuri anni.

Qualcuno mi svegli da questo incubo!!!

La mia mappa virtuale

5 settembre, 2008

Ebbene con questo viaggio appena conclusosi, posso finalmente aggiornare la mia mappa virtuale. Esclusa l’Italia, sto a quota 7!

Make yours @ BigHugeLabs.com
Make yours @ BigHugeLabs.com
Si, vi aspettate nuovi post dato che dall’inizio delle vacanze sono scarseggiati… Tranquilli, inizio scuola e la vita ritorna normale.

Beijing 2008

21 agosto, 2008

Ogni 4 anni succede, che accendo la televisione per vedermi le olimpiadi. L’unica volta, escluso per il calcio, che riesco a guardare uno sport… Le olimpiadi mi attirano…tutta quella gente e tutte quelle gare, tant’è che riesco a guardarmi pure un match di beach volley anche se non so se chiami proprio così… E naturalmente se l’Italia gioca tifo Italia. 

Eppure come al solito qualcosa mi puzza di bruciato…

Per esempio una settimana fa più o meno c’erano le finali dei tuffi maschili non mi ricordo da che altezza, e c’erano due tipi (da adesso X&Y) e altri due tipi cinesi (da adesso D&J). X&Y si tuffano, e i telecronisti dicono che hanno fatto un salto da primo posto e che meritavano un punteggio abbastanza alto; ed era davvero un bel tuffo. Dopo tocca a D&J si tuffano, il tuffo per me era più semplice, ed i telecronisti dicono che avrebbero preso un punteggio più basso di quelli di prima. Risultato: quelli in casa, i due cinesi hanno vinto e hanno preso un punteggio molto più alto di X&Y. Per me, e da quello che ho visto e che avevano detto i telecronisti sul punteggio c’è stato un favoreggiamento per i cinesi…

Eccolo eccolo in diretta… Ho la pagina di raisport dove c’è online la diretta, a c’era la semifinale non so come si chiama dove si passano il testimone. L’Italia è stata appena squalificata ma senza motivo! E indovinate! È quindi passata la Cina in finale! MMM qualcosa mi puzza di bruciato… Spero facciano ricorso per partecipare alla finale.

Vabbè tornando a noi, vedo le olimpiadi un momento di felicità per tutti… Per esempio quando Bolt ha vinto i 100 metri sono stato felice, perchè ha fatto davvero un bel tempo. E penso abbia fatto emozionare molti di noi.

Infine, ho anche saputo una cosa divertente. Che tanti anni fa a un’olimpiade due atleti Hart e Robinson sono stati eliminati dalla gara perchè il loro allenatore gli aveva dato un orario differente da quello reale e quindi loro quando gli altri gareggiavano stavano dormendo! lol!