Sanremo

A me il Festival di Sanremo fa schifo.

Cioè, mi spiego meglio, le canzoni che vengono cantate sono davvero orrende, peraltro i cantanti che gareggiano sono spesso gli stessi, ormai vecchi, che provano sempre con una canzone senza ritmo con due parole messe lì a buffo a vincere.

Un esempio ne sono Albano ed Iva Zanicchi. Hanno avuto il loro successo, a quei tempi, ma ormai cosa possono fare? Per quel che penso, dall’arrivo dei Beatles, dei Rolling Stones e dei Queen, la musica è cambiata ed è diventata rock. Ossia, artisti che una volta cantavano ‘prendi questa manooooo zingaraaaaaaaaa’ ormai non hanno più molta speranza di vincere un festival. I loro testi non hanno più il senso di una volta, l’età è avanzata anche per loro. Se proprio si vuole cantare canzoni classiche, orecchiabili, che possano vincere almeno ci vogliono cantanti giovani, come loro in quei tempi. Per esempio, si da per scontato che Iva Zanicchi possa vincere il festival quest’anno (infatti è stata eliminata), perciò, perchè diamine farla gareggiare? Non ce l’ho con lei, ma con i produttori, perchè fanno un programma idiota che non è più quella di una volta con canzoni apparentemente inutili. Preferisco guardarmi la serata degli oscar, che premia non una canzone fatta così tanto per, ma un film che ha dato un emozione, perchè ben realizzato.

I tempi di ‘volareeeeeee oh oh!’ ormai non ci sono più. In questo programma si è fatto un misto tra cantanti ormai che vivono del proprio nome escludendo magari giovani talenti, e di giovani che cantano canzoni anche loro, alcune volte, insignificanti. Poi ci si è messa anche la critica a Povia. Ma perchè? In Italia c’è proprio così disprezzo per i gay? Bah! La canzone mi piace, e non vedo nessun motivo per tutte queste critiche. Solo per fare scena.

Annunci

17 Risposte to “Sanremo”

  1. LuCa Says:

    schifo? fa vomitare. è solo uno sperpero di soldi, la fiera delel mediocrità e della falsità..quanti dischi vendono i vincitori di san remo? quasi zero.
    una volta, il vincitore di san remo era considerato importante, vendeva dischi, era famoso. adesso? oggi te lo ricordi, domani non più.

    quando svecchiaranno il festival e faranno concorrere artisti giovani e talentuois, allora forse cambierà qualcosa!

    un saluto!

    ps: nooooooooo ambra marie è stata eliminataaaaa 😦 😦 😦

  2. Lorenzo Says:

    Sanremo non fa schifo solo poiché gli artisti che vi partecipano sono quasi tutti venduti o vacuamente disimpegnati: è un programma televisivo basato – come la magna pars, ormai – su di un falso apprezzamento per la musica. I cantanti, come dici, sono molto spesso gli stessi degli anni passati: Albano… la Zanicchi… Dalla… Grande Puffo. Fossero almeno artisti seri!

    Io non credo che la loro musica sia finita; anche perché la musica, come tutta l’arte, non termina: semplicemente, si modifica; si altera. Negli anni ’60 e dopo c’erano artisti che cantavano brani molto banali e canticchiabili dalle masse. Mi basta rivolgere lo sguardo a persone come Mino Reitano, perito poche settimane fa; Adriano Celentano; Mina; Renato Zero; Modugno. E la lista è lunga. Essi hanno sempre avuto molto successo, non solo in Italia, in quanto proponevano una musica a quei tempi anche abbastanza innovativa, ma testi banali e assai mediocri, in cui il messaggio era sempre il solito: “Amore mio, come sei bella… ti amo tanto…” e cazzate varie.
    Ma c’è stato molto altro in Italia! Possiamo vantare tantissimi cantautori eccellenti.

    Comunque, il brano di Povia non l’ho ancora letto; ma da quel che ho capito non è molto sensato. E per rispondere alla tua domanda: sì, in Italia gli omosessuali sono molto disprezzati.

  3. Artemisia Says:

    L’ultima volta che ho visto il festival di San Remo avrò avuto 9-10 anni (praticamente il Giurassico!). Non mi pare sia cambiato molto visto i nomi che citi.
    Lo sai che la Zanicchi è al Parlamento Europeo per Forza Italia?
    http://www.europarl.europa.eu/members/public/yourMep/view.do?name=zanicchi&partNumber=1&language=IT&id=41007
    Siamo ben rappresentati, eh? Meglio che stia al festival 😉

  4. Lorenzo Says:

    Ho appena letto il testo di “Luca era gay”. Hanno ragione: Povia è un idiota.

  5. Marco Says:

    Ciao Pandoro,

    Il brano di Povia e’ stato criticato perche’ allude al fatto che i gay possano “guarire” secondo le solite teorie cattolico-fasciste.

    Ancora una volta si stigmatizza l’omosessualita’ come una malattia.

  6. Pandoro Says:

    Secondo me Marco però hanno fatto tante storie solo perchè si parla di gay.

  7. Marcouk76 Says:

    Non capisco cosa vuoi dire Pandors?

  8. Marcouk76 Says:

    Il brano cavalca il pensiero bigotto che un gay e’ una persona malata e gia’ il titolo (Luca “ERA” gay) allude al fatto che si puo’ “guarire”.

    Che Povia creda veramente in questo o abbia accettato di presentare simile spazzatura solo per farsi pubblicita’ non lo so, ma in entrambi i casi e’ una persona che merita tutto il mio disprezzo.

    Il fatto invece che qualcuno con un po’ di cervello si sia indignato e abbia deciso di farne un caso, mi sembra il minimo.

    Ieri leggevo di una dichiarazione del Ministro degli Esteri Nigeriano che diceva che nel suo paese non e’ necessario lottare per la difesa dei diritti delle persone omosessuali perche’ da una recente indagine risulta che in Nigeria non c’e’ nemmeno un omosessuale! Ecco questa cosa mi ha fatto pensare che ad oggi non mi meraviglierei se sentissi una simile dichiarazione uscire dalla bocca di un ministro italiano invece che nigeriano, perche’ il livello e’ lo stesso.

  9. Irnerio Says:

    Io non lo so se fa schifo perché saranno più di dieci anni che non lo guardo.
    E sai perché non lo guardo?
    Emh…, perché penso che faccia schifo!

  10. Lorenzo Says:

    Quoto in toto Irnerio! Tra Sanremo e Festivalbar non si sa cosa è peggio.

  11. Pandoro Says:

    Marco, non vorrei sembrare di essere dalla parte sbagliata!

    Ecco, ora ho letto il testo (prima sentivo solo la canzone, le parole non mi rimanevano bene impresse), ebbene, in effetti avete ragione. Ma non sono sicuro del fatto che ERA sia proprio a significare che si tratti di malattia — cioè, almeno penso. Tu ne sai di più? Magari l’ha detto in qualche intervista! Boh!
    Il testo è idiota, non ha senso, su questo posso concordare, ma non sono sicuro del fatto che Povia intendesse usare quel era come un passaggio da una malattia alla guarigione. Se fosse come dici, allora Povia è davvero un coglione, dato che già i gay qui in Italy vengono offesi e considerati stranieri, poi ci si mette pure lui, a cantare davanti a così tanta gente, e penso sia pure arrivato secondo. Fammi sapere, voglio sapere!

  12. Marcouk76 Says:

    Pandoro, Povia non ha mai detto esplicitamente che essere gay e’ una malattia, d’altra parte pero’ ha detto lui stesso di essere stato gay per un periodo e di “esserne uscito” come se si trattasse di un tunnel della droga!
    Il testo e’ pieno di stereotipi: il padre assente, la madre oppressiva.
    E comunque c’e’ un messaggio, non troppo subliminale che se ci fai caso sembra quasi essere una storiella alieto fine: Luca era gay e ora e’ cambiato, ha trovato la donna della sua vita, ha sbagliato ma si e’ ripreso, etc.
    Se non sei convinto da che parte stia il nostro caro Povia, ti basti sapere che -nonostante non sia sposato e conviva- ha partecipato al Family Day organizzato da quei coglionazzi dell’UDC…

  13. Pandoro Says:

    Tutto chiaro ora.

  14. Artemisia Says:

    Segnalo sull’argomento questo post dell’amico Belphagor:
    http://rigenerationx.blogspot.com/2009/02/povia-pippa.html

  15. Irnerio Says:

    Mi scuserai ma copio e incollo ciò che ho scritto poco fa nel blog di Lorenzo:

    “Povia?!
    Boh, non l’ho manco sentito e non corro ad ascoltarlo solo perché qualcuno “disinteressatamente” ha montato il caso.
    None!
    Preferisco passare oltre e approfittare per salutarti, chè è un po’ che non ci sentiamo.”

  16. Ilaria Says:

    ciaoooooooooo sn ilaria!!!! mandt qst msg a ttt i vst amici di msn o myspace entro 3 gg o rimarete vergini pr smp!!!!!

  17. Rudy Says:

    Prova ad avere dei figli e a fargli sentire la canzone di Povia, poi vediamo se come genitore ti vergogni o no!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: