Che schifo

Oltre ai tanti problemi che stiamo attraversando (di cui uno importantissimo, il più importante di tutti, di cui parlerò nel prossimo post, o almeno lo spero) ci sono due cose che mi hanno davvero fatto schifare, che mi hanno fatto ragionare e pensare in che razza di paese viviamo.

Il primo, riguarda il cibo. Il nostro cibo che a colazione, pranzo e cena portiamo in tavola. Alcuni giorni fa lessi questo articolo (qui) e rimasi a bocca aperta. Si, ne avevo già sentito di cose del genere tipo pomodori cinesi, salumi scaduti etc, ma questo mi ha daffero fatto schifare. Vi cito qui tre pezzi dell’articolo per farvi capire a cosa andiamo incontro.

Lo scenario ricostruito dagli investigatori è inquietante. Decine di tonnellate di scarti di formaggio piene di schifezze ritirate da grosse aziende (Granarolo, Ferrari Giovanni industria casearia, Zanetti) e mischiate a prodotto fresco: un sistema collaudato con cui la DELIA, stabilimento a Monticelli D’Ongina, sede legale a Milano in piazza IV Novembre, riesce a piazzare sul mercato italiano e europeo il suo prodotto finito. Che vuol dire soprattutto: formaggio grattugiato. Come? Vendendolo a aziende che lo confezionano in buste a marchio “Galbani”, “Ferrari”, “Medeghini”, solo per citarne alcuni. O direttamente al cliente finale, come nel caso di “Biraghi” o “Prealpi”. 

E chi certifica, passando a bere un caffè, che è tutto a posto, nonostante le celle frigorifere trabocchino di tonnellate di merce con dentro insetti, larve, escrementi e carcasse di topi, muffe, pezzi di plastica? Semplice: il veterinario dell’Asl. 

Sulle triangolazioni pericolose con cui DELIA acquistava “merda” – termine usato dai truffatori per indicare il prodotto avariato […]

Vi rendete conto? Dentro i formaggi c’erano larve, insetti, escrementi e carcasse di topi, muffe e pezzi di plastica. E tutto questo era certificato dal veterinario della Asl! Che schifo. Le cose che noi ci mangiamo. E questo penso proprio succeda anche con altre centinaia di prodotti. Ma dove viviamo? MA DOVE VIVIAMO? PERCHè LA GENTE SE NE FREGA DEGLI ALTRI E FA TUTTO SOLO PER I SOLDI? MA VI RENDETE CONTO? ‘CARCASSE DI TOPI’. È UNA COSA INAUDITA. I-N-A-U-D-I-T-A!

Per non parlare del secondo, dove (SEMPRE IN ITALIA) sono state scoperte case, scuole, parcheggi e quant’altro costruiti con rifiuti tossici (qui l’articolo).

Almeno 350 mila tonnellate di materiali tossici sono state utilizzate per costruire, tra l’altro, tre cortili di altrettante scuole: l’elementare San Francesco e un istituto tecnico superiore, entrambi di Crotone, e una scuola elementare a Cutro. Arsenico, zinco, piombo, indio, germanio, mercurio, sostanze tossiche speciali provenienti dagli scarti dell’industria “Pertusola” di Crotone che invece di essere smaltiti con le cautele di legge venivano impiegati in edilizia. 

Scuole, parcheggi, strade, case e opere pubbliche costruite con materiale di scarto industriale, rifiuti tossici e sostanze cancerogene.

Davvero, ma dove viviamo? Mi sembra davvero di vivere in un paese estraneo dal mondo. Perchè molti italiani fanno così schifo? E la politica, dove sta?

Come diciamo noi tra amici: bella merda. E ci sta tutta.

Annunci

5 Risposte to “Che schifo”

  1. Marco Says:

    Senza parole Pandoro.

    Almeno in Italia pero` queste cose sono finalmente venute fuori. Mi chiedo se qui in Gran Bretagna fanno simili porcate che ancora sono da scoprire.

    Proprio questa mattina, un’amica mi ha spedito un’email in cui c’era un’interessante scoperta che aveva fatto una nutrizionista. Questa signora ha comperato un hamburger da MCDonalds nel 1996 e lo ha messo dentro un contenitore di plastica. Oggi, 12 anni dopo, l’hamburger ha esattamente lo stesso identico aspetto, colore e consistenza che aveva 12 anni fa! Niente muffa, niente cambiamento di colore, nulla! Ma sai quanti conservanti, sostanze chimiche e altre schifezze ci devono essere dentro per mantenere un pezzo di “carne” per 12 anni?!?

  2. Pandoro Says:

    Ho visto proprio una settimana fa, un video su youtube di una signora (inglese o americana non saprei) che aveva messo le patatine per 4 anni a conservare.

    E mostrava che le patatine normali erano diventate nere quasi non c’erano più; mentre quelle del Mac erano sane.

    Che schifo. Chissà cosa staranno facendo quelle patatine dentro al mio corpo…

  3. Pandoro Says:

    Questo qui: guarda il video

    Non è niente di che eh… Però…

    E poi c’è questo: guarda il video

  4. Lorenzo Says:

    Sì, il nostro mondo fa schifo. Sono d’accordo con Marco, comunque: certi scandali non si verificano solo in Italia. Anzi, forse il nostro paese è anche uno dei meno afflitti da tali fatti; figurati, dunque, come stanno gli altri!

    Io non me ne intendo molto, poiché la spesa la fa mia madre. Però so che almeno tre quarti dei prodotti in vendita al supermercato contengono sostanze artificiali dannose all’organismo umano.

    Se le cose non funzionano in Parlamento, è assai difficile – se non impossibile – che funzionino nel resto del Paese.

  5. spunto Says:

    Direi che è alquanto sconcertante ciò che hai esposto ma purtroppo ciò non sono cose nuove sia qui in Italia che all’estero.. la cosa che sconcerta è il fatto che gli stessi della asl (o parenti) faranno uso dei prodotti “licenziati” a proprio rischio e pericolo… quando si arriva ad un livello del genere ogni conseguenza è lecita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: