Water

Nessuno dedica un misero post a quest’argomento che sto per elencarvi, ma io sono fatto per questo, per scrivere quello che manca e che qualcuno non vede, ed ecco qui, che sto per scrivere un post sulle fantomatiche ‘fontanelle’.

Penso (e se non fosse così qualcuno me lo dica), che l’Italia sia l’unico stato ad usare nelle nostre città le fontanelle, da cui si può bere tranquillamente in qualsiasi momento senza pagare nulla. E in estate fanno davvero comodo. Il problema, è che non si sa utilizzarle. L’acqua viene fatta scorrere senza -chiamiamoli così- ‘stop’, 24h su 24, e penso che in questo modo sia solo uno spreco. La sera per esempio, quanta gente andrà ad usare la fontanella? Magari in centro, dove la sera ci può essere più folla, ma al di fuori, che si lascia aperta a fare (ah si, poverelli devono bere i cani che leccano il tubo da dove esce l’acqua, gli stessi che ci riempiono di cacche dalla mattina alla sera)? Allora qualche persona intelligente ha pensato alle fontanelle con il pulsante, in modo da non sprecare litri e litri d’acqua, ma quel pulsante si preme solo se a premerlo è Bud Spencer, e se con una mano spingi ti viene un po’ scomodo bere. Certo forse l’acqua avrà un sapore leggermente più strano rispetto a quella che scorre sempre nelle fontanelle no-stop, ma almeno non si sprecano tantissimi litri! Allora mi sono chiesto: i politici ci dicono che non ci sono fondi, e siccome l’acqua non è gratis, perchè non trovare un modo -per esempio utilizzando appunto queste fontanelle con il tasto, però agevolandole di più, mettendone in giro dei nuovi modelli, rendere la zona dove scorre l’acqua ‘non bevuta’ più stabile invece che il poveraccio che ha parcheggiato li il motorino se lo ritrova bagnato, invece di usare alcune che sono antiche e rovinate (da cui qualche volta non esce per niente acqua)- per sprecare di meno e fare qualcosa di giusto per le nostre città?

E poi ci si lamenta che in Africa non c’è acqua.
Prima di dirmi utilizza meno acqua per lavarti i denti,
riduciamo drasticamente questo problema.

Annunci

15 Risposte to “Water”

  1. Lorenzo Says:

    Sono d’accordo; ma non è un argomento così trascurato come pensi tu. Se n’è sempre parlato molto, tra i plebei. Le fontanelle “tradizionali” con tubo e acqua che scorre continuamente sono il più spregevole dei mali; infatti, le stanno sostituendo con quelle “a comando”: producono molto meno spreco. Sorvolerei leggermente sul fatto che sono dure: si può sopravvivere. Certo, sarebbe meglio allentarle, ma è già un passo avanti. Accontentiamoci, che ci sono cose più importanti a cui pensare. Bisogna aspettare che in Italia (a Roma, soprattutto) cresca un maggiore senso civico. Da parte dei cittadini, però. Non solo dell’amministrazione.
    Se poi volessimo parlare seriamente di acqua, potremmo benissimo discutere anche riguardo le bottigliette d’acqua (naturale o minerale) che vendono normalmente nei bar e nei negozi; quelle che noi giovani, purtroppo, compriamo normalmente ogni giorno. Non solo sono disutili – in quanto l’acqua del rubinetto basta per dissetarci – ma sono anche inquinanti e, comprandole, doniamo ingiustamente soldi a grandi multinazionali come “Ferrarelle” o “Vitasnella” etc.. Ci sfruttano per queste cose.
    E noi abbocchiamo come pesci.
    Lorenzao

  2. Pandoro Says:

    Veramente dovrebbe uno dei primi problemi da risolvere qui a Roma come in Italia. Sai quanti litri vengono sprecati al giorni in una città come Roma? Non parliamo di 10,100,1000,10000 litri, molti di più. E pensa solo che ad un ragazzino in Africa 1 litro d’acqua basterebbe per non farlo morire. È di sicuro importante parlare anche di senso civico, ma penso sia un argomento molto trascurato, e che non se ne parlerà mai in ambito politico. Dove li vedi questi fantomatici post, discussioni o dibattiti riguardo all’acqua delle fontanelle?

    E riguardo alle bottigliette d’acqua, ma cosa dici!
    Ora le grandi aziende ci sfruttano.

    Beh, se ci sfrutta la ferrarelle, per comprare una bottiglia di plastica (che in teoria potrebbe essere riutilizzata per fare tantissime altre cose), sappi che allora ci sfruttano tutte le aziende. E in questo caso, tu che lodi internet, c’è di mezzo Telecom quanto FastWeb.

    Qualcosa in contrario? Vogliamo dire che le marche di sapone di sfruttano?

  3. Lorenzo Says:

    Pare che tu discuta molto su questi argomenti, ma poi non arrivi a capire qual è la vera causa del problema. L’inquinamento e lo spreco sono un grosso problema, ma sulle fontanelle che hanno il pulsante duro non ne parleranno mai in Parlamento. Piuttosto, dobbiamo essere noi cittadini – noi comuni esseri mortali, che non siamo certo tanto meglio dei politici – a dover prendere coscienza e tentare di sprecare il meno possibile. Quindi usare poca acqua per lavarsi, per cucinare o per bere. In Africa ci stanno i bambini che muoiono, sì, ma credimi quando ti dico che la nostra acqua non arriverà mai a loro. Almeno non così facilmente e gratuitamente.

    Quando ho detto che le grandi aziende ci sfruttano, non intendevo letteralmente che ci sfruttano obbligandoci a lavorare o a fare altri lavori. Almeno non noi occidentali. Ci sfruttano nel senso che, come mi ha appena suggerito un mio amico, si approfittano della nostra negligenza; le nostre facili ingenuità, ignoranza e ipocrisia ci rendono completamente vulnerabili alle menzogne e gli inganni delle multinazionali e delle aziende, che ci offrono prodotti inutili, costosi, solo per ricavare profitti; il tutto per comprarsi la villa al mare e la Ferrari da 100.000 €. Queste multinazionali, invece, sfruttano letteralmente quei bambini africani a cui tu vorresti donare dell’acqua. Allora smetti di compare l’acqua in bottiglia; occupati e interessati al commercio equo e solidale; non mangiare più dal McDonald’s; non comprare più vestiti firmati Nike o Adidas.
    Se ci si vuole interessare a certi temi, non si può solamente parlare a vanvera per cadere nella banalità e nell’ipocrisia più totale. Bisogna anche agire concretamente.

  4. Pandoro Says:

    In parlamento non dovrebbero parlare del pulsante duro, ma del come risparmiare usando il pulsante duro. Perchè usare meno acqua per lavarsi, e non usare meno acqua inutile nelle fontanelle? Sai quanta se ne spreca? E ricorda che esiste il volontariato, l’acqua, in minima parte, gli arriva.

    Nelle grandi aziende, come ti ho già detto, ci rientra anche quella da cui te usi internet, l’azienda della pasta che compri, l’azienda del pomodoro che te compri, l’azienda del giornale che te compri, l’azienda della felpa made in china che te compri (pensi che comprare roba made in china invece che ‘nike’ sia meglio?). Se levi come dici te Adidas, leva (te usi telecom?) Telecom.
    Concretizziamo.

    —————-
    AhAh, la ferrarelle che sfrutta i bambini mi è nuova!

  5. Lorenzo Says:

    In Parlamento non discutono del come risparmiare l’acqua, perché a loro non farebbe di certo comodo. Se fosse per me, le fontanelle con getto continuo non sarebbero mai dovute essere prodotte; penso sia un’opinione di tutti, però. L’acqua si spreca: ma non solo per questo in Africa muoiono di fame. Il volontariato fa quello che può, ma non sarà mai in grado di sfamare neanche un intero Paese africano. Per cui siamo noi quelli che si devono dar da fare. Potresti cominciare anche tu.

    Vedi, c’è una sostanziale differenza tra noi due. Tu ti preoccupi e ti indigni perché le fontanelle sprecano l’acqua; ma, come ti ho detto, allora comincia anche a preoccuparti delle bottiglie, dei McDonald’s, della Nike, del commercio equo e solidale, che sfruttano ignobilmente gli africani. Non è che ci si può semplicemente indignare e poi fregarsene commettendo esattamente le azioni contrarie; non solo è’ una contraddizione, ma anche un segno d’ipocrisia.
    In certe situazioni, cerco di limitare le azioni che potrebbero andare contro i miei pensieri, ma non ho mai detto che sprecare l’acqua con le fontanelle è un male assoluto; né che in Africa i bambini muoiono di sete. Non puoi generalizzare in questo modo.
    Lorenzo
    P.S. Se mi ridi in faccia a quel modo, significa che non hai capito un cazzo.

  6. Pandoro Says:

    Appunto io ho detto dovrebbero parlare, no ‘parlano del’.

    E poi, sei uno degli unici che pensa di abolire le fontanelle e per di più, il McDonald’s sfrutta per caso bambini? Ah, come la ferrarelle d’altro canto.

    Ps: se te citi la Nike, leva anche internet. È la terza volta che te lo dico, ma forse, internet ti è troppo caro per levarlo.

  7. Lorenzo Says:

    Non meriti neanche una risposta.

  8. Pandoro Says:

    Nemmeno tu.

  9. Artemisia Says:

    Ma non vi riesce proprio discutere senza offendervi?
    I temi che avete affrontato sono molto importanti. Giusto che non si sprechi l’acqua delle fontanelle perche’ e’ preziosa. E giusto che si boicotti le multinazionali, tutte le multinazionali. Non c’e’ contraddizione nelle due esigenze, anzi.
    Quello dell’assurdo mercato delle acque minerali poi e’ una delle battaglie che sento di piu’:
    http://artemisia-blog.blogspot.com/2007/02/oro-blu.html

    Ciao,

  10. erica blogger Says:

    molto interessante l’argomento ed anche la discussione, anche se forse gli insulti reciproci si potevano anche evitare
    spero di non essere insultata pure io se dico che qui vicino a dove abito ci sono delle fonti naturali con l’acqua che viene imbottigliata e che io bevo regolarmente
    evito di buttare in giro le bottiglie di plastica che inquinano, a volte le riciclo per fare altro e tutti gli operai che imbottigliano l’acqua e che hanno un lavoro fisso con le fonti, e con me e quelli come me che beviamo quell’acqua e permettiamo loro di continuare a guadagnarsi la pagnotta, mi sono grati della mia scelta !!!
    un saluto erica
    da noi il comuna ha tolto tutte le fontanelle dal centro città !!! problema acqua persa risolto …. e chi d’estate ha sete deve andare al bar a pagare salato una bottiglietta d’acqua ……….

  11. Lorenzo Says:

    Qui nessuno viene insultato. E’ che io e il signor Pandoro siamo compagni di banco e ci conosciamo bene.

  12. Pandoro Says:

    @ Artemisia: Si sono temi importanti. Ma boicottare tutte le multinazionali…

    @ erica: niente insulti, è che come ha già detto Lorenzo, siamo compagni di banco e e questo atteggiamento per noi è normale. (vero Lorenzo?)

    riguardo alla tua scelta… si hai ragione, però fontanella e bottiglietta è un po’ diverso…
    Per il comune, poteva semplicemente trovare un modo per lasciarle, senza consumare acqua senza motivo…

  13. load balancing internet connections the best linux distros Says:

    We are a group of volunteers and opening a new scheme in our community.
    Your website provided us with valuable info to work on. You’ve done an impressive job and our whole community will be grateful to you.

  14. Destrey Says:

    That’s way more clever than I was exinptceg. Thanks!

  15. Liliana Says:

    Sօno una settimana che navgo e il tuo sito è la sola cⲟsa
    brillante chhe trovo. Veramente convincente. Se tutte
    le persone cche creano bloog facessero attenzione
    di offrire materiale appreᴢzabіle ϲome questo il web sarebbe di sicuro molto più utile.
    Grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: