New York

Venerdì 18 Aprile, ore 17.50 aereoporto di Fiumicino, Roma, partenza immediata direzione New York. Eh si, il mio secondo camposcuola in meno di un mese. Ne ho approfittato in quanto il prezzo era davvero basso per 7 giorni; 800 € con soggiorno ad un albergo molto prestigioso di nome ‘Hilton’. Il volo è durato all’incirca 8 ore, senza nessuno scalo, ma nonostante per noi erano le 3 di notte, li stavamo ancora alle 21 e tutti barcollavamo nel buio… Preso il taxi che ci ha portati in albergo (al centro di Manhattan), ci siamo sistemati nelle nostre camere e ci siamo addormentati come angeli… Ma aldilà della descrizione del viaggio, descriviamo la città: la bella e maestosa “New York”. Per me è bellissima, chi ama fare shopping come me, approverà. Strade di negozi come Times Square, dove ci sono solo e solamente negozi di tutti i tipi, dall’Hard Rock cafè, al Virgin megastore (un negozio pieno di CD, DVD, magliette dei gruppi musicali preferiti introvabili in Italia, e accessori per console o pc), dall’Mtv store al Gentlemen’s club (per chi ha giacca e cravatta e vuole passare una bella nottata…) e infine dal M&M’s world (m&m sta per le ‘caramelle’ al cioccolato che piacciono sia a bambini che ad adulti), al Sephora. Poi naturalmente ci sono tante altre vie e altri negozi, come l’Apple store (tecnologia a prezzi davvero convenienti), Walt Disney store, Niketown, Armani, Zara, Gucci, e tanti altri negozi. E infine c’è anche Macy’s (spero di non aver sbagliato) che è il negozio più grande al mondo, dove si possono trovare vestiti per tutte le età, borse profumi cravatte o dove si può anche fare un piccolo pranzo all’americana da McDonald’s. Possiamo quindi dire, anche se ho elencato davvero pochi negozi (per non farvi stancare), che lo shopping non manca; anzi… Se invece amate stare nel verde, altri che i nostri bei parchi, in mezzo a Manhattan c’è il Central Park, un parco grandissimo dove ci si prende il sole, ci si riposa all’ombra degli alberi, si fa una corsa con gli amici (ricordo che è grandissimo, quindi se volete correre, faticate!) o prendere un gelato; tutto questo immerso nel panorama dei grattacieli. E per me, è davvero uno spettacolo magnifico. Ah dimenticavo, come a Londra, si trovano scoiattoli dappertutto, quindi credo che se è un habitat perfetto per questi piccoli animali (che in Italia ce li scordiamo), chissà come lo è per noi… Inoltre vicino a Central Park o comunque sempre a New York, si possono trovare tantissimi posti dove sono stati girati film famosi, per esempio proprio davanti a una strada che dava al parco, c’è il posto dove hanno girato Ghost Buster… Per raggiungere tutti questi posti si può benissimo usufruire o della metro che però non è (per quel che ho visto io) molto usata dagli americani, o del taxi, di cui la città ne abbonda. Taxi dappertutto, e costano relativamente poco. il massimo che abbiamo pagato (escludendo il viaggio per l’aereoporto che comunque anche se era incluso è venuto 50$, 30€ per un’ora di viaggio, quando Roma-Fiumicino mi viene a costare 45€ per mezzora…), è stato 5 dollari per un traggito di qualche chilometro; direi che è poco. E poi naturalmente c’è l’autobus, ma se vi dovete muovere nel centro o comunque per distanze non troppo lunghe, vi consiglio sempre il taxi. Ah a proposito dell’autobus, quando noi l’abbiamo preso a metà tragitto è salito un uomo in carrozzina. Per farlo salire e scendere (nonostante fosse pieno l’autobus), l’autista è scesa, ha azionato la scaletta, l’ha fatto salire, ha richiuso la scaletta e l’ha sistemato allacciandogli la cintura. In Italia l’avrebbero mai fatto?  Tornando al nostro discorso, un’altra cosa che colpisce, è che come a Londra, non ci sono così tante scritte sui muri (almeno a Manhattan!), e se ‘sfiori’ o per sbaglio urti una persona, subito scatta il ‘oh sorry!’ quando in italia ti avrebbero già detto ‘e statte più attento la prossima volta, testa di cazzo!’. Sempre parlando di educazione mi ricordo benissimo quel cartello che mi sono impresso in mente, dove si diceva di non suonare i clacson, per non disturbare la quiete pubblica, con successiva multa di 300$. E in effetti non ho sentito clacson oltre a quelli (giusti) che si sentivano quando uno passava col rosso. La non si può. Altra cosa da notare è che non ci sono cartacce, fogli di giornali, lattine, e quant’altro per terra. Tutto nei rispettivi cestini. Buttare per terra, la non si può. Per finire con cosa notare in particolare, notate che fumano in pochi; anche perchè la maggiore età è 21anni e prima non puoi comprare sigarette a scrocco. Questo porta anche a strade pulite, il solito discorso che faccio io. Comprare sigarette a 13 anni, la non si può. Se invece siete amanti della storia, dell’arte, New York non fa proprio al caso vostro; c’è il Metropolitan, il Moma, il museo delle scienze naturali (dove all’intero c’è anche il planterio dove abbiamo visto lo spettacolo che viene proiettato, che era molto bello), però non è ricca come alcune delle nostre città. Però di sicuro, è più curata. Per il discorso del cibo invece, di sicuro la situazione non è come a Londra (come descritto nel post che trovate qui), ma se si trova il posto giusto si mangia bene. Noi ci vantiamo della cucina italiana, è vero, abbiamo ragione. Ma l’igiene dove lo mettiamo? Abbiamo posti sporchi dove i tavoli vengono puliti giusto quando l’addetto alle pulizie non sta cercando di conquistare la cassiera… Anche i locali in se sono più curati, e mangiare costa meno (come ogni cosa), dato che il cambio eruo-dollaro è favorevole. Volevo comunque precisare che l’america non è proprio il mondo degli obesi, sinceramente ne ho visti pochi.

Se invece volete fotografare il panorama di New York dall’alto fate un salto all’Empire State Building, dove con 12$ si può salire fino al 102° piano, per scattare delle foto eccezionali del paesaggio. E se siete fortunati potete trovarvi nel bel mezzo della nebbia, dove vedete solo qualche punta dei grattacieli più alti uscire dal nulla.
Poi è un caso a parte ma noi abbiamo incontrato Ilary Blasi…
Comunque sia, non scordatevi di salirci se andate a Ny!
Wall Street invece, se volete scattare qualche foto con il poliziotto di turno, farvi una foto mentre toccato i ‘genitali’ della famosa statua del toro, che si dice portino fortuna, o vedere quei posti che si vedono sempre in tv, è il posto ideale (io ho fatto una foto con un poliziotto, e lui faceva finta di arrestarmi, è stato eccezionale. Mentre quando facevo una foto, non ho visto uno scalino e sono cascato addosso a un cinese che ha urtato la transenna…risate dal gruppo. Quindi attenti ai marciapiedi…). Dopo le risate, però c’è stato un momento di riflessione quando siamo passati davanti alla statua che rappresenta il mondo, che si trovava nel WTC, squarciata, esposta in un giardino li vicino; e quando siamo andati a Ground Zero, dove però non è possibile vedere nulla in quanto la zona è recintata per i lavori del futuro WTC; e infine quando sempre a Ground Zero abbiamo visto il ‘palo’ (??) a forma di croce ritrovato nei resti del WTC, esposta sempre li vicino.

Infine vi racconto di una nostra gita, che però dubito che voi la possiate fare. Siccome la nostra guida era americana, e lavorava in una tv, la abc7 che sarebbe la tv più importante di New York, ci ha portato a visitarla. Abbiamo visto i posti dove si fanno le previsione del tempo, il telegiornale (EyeWitness News nella foto), un programma di nome Live whit Regis & Kelly, e gli studi dove si elabora l’audio il video e tante altre cose… I giornalisti erano tutti dal papa, ma ce ne stava uno in particolare che era rimasto, che mi ricordo in quanto ci disse, che aveva il pallone del barcelona, la maglia della roma, era nato a Manchester, viveva a New York, ma tifava juve. Simpatico il tipo!
Infine vi lascio, credo di avere scritto troppo anche se ci sarebbe tanto altro da raccontare, ma penso che se siete arrivati fino a qua abbiate già letto troppo. Dimenticavo, qua sotto trovate i link per vedere alcune foto che ho scattato… Al prossimo viaggio!

Central Park | Central Park 2 | Reparto Dinosauri | Times Square | New York dall’Empire | Statua della Libertà | L’ex statua del WTC | EyeWitness News Studio | Nebbia di prima mattina | Grattacielo

Scusate questa me l’ero scordata. La sono stato benissimo, quando eravamo in camera, e accendevo la tv, trovavo programmi interessanti e guardavo qualche volta anche qualche servizio del tg, in inglese, per cui non capendo molto, almeno non mi preoccupavo e stressavo. Appena tornato, ho detto ‘no, non voglio vedere tg per almeno due mesi’. Non ce la faccio più! Morti, politica e nient’altro. Però commentate New York, e non questo pensiero. Grazie, panettone.

Annunci

25 Risposte to “New York”

  1. Lorenzo Says:

    Wow! Sembra quasi uno spot per incitare la gente a visitare New York! Dimmi: quanto ti hanno pagato per scriverlo?
    Comunque, hai fatto bene a rilassarti e a dimenticarti dello stress, in questi giorni. Soprattutto perché adesso ti aspettano tante interrogazioni e compiti in classe da recuperare! Contento?
    Saluti

  2. Pandoro Says:

    ‘Uno spot per incitare la gente a visitare New York’… È una città davvero bella, se tu ti basi solo sui McDonald’s, su quello che vedi su internet o tv, o su bush, fai male.

  3. Lorenzo Says:

    E chi ha detto mai niente su New York? Ho solo detto che, da come è scritto, il post appare uno spot pubblicitario.
    Non ci sono mai stato a New York: come potrei giudicarla?
    Non capisco perché ti incazzi per questioni che non sono mai state sollevate.

  4. Pandoro Says:

    Oh,

  5. alicesu Says:

    però a tredici anni possono comprare una pistola e fare una strage a scuola.

    Io, preferisco che fumiate.

  6. Pandoro Says:

    Si, ma fumando ci si uccide da soli.

  7. Lorenzo Says:

    Il suicidio non è un reato. E se lo fosse, sarebbe una cazzata.

  8. Pandoro Says:

    Che popolo di ottimisti!

    Qualcuno che torna al discorso di New York?

  9. chesuccedeinitalia Says:

    Per quanto riguarda il discorso della pulizia delle strade, dell’ordine e del rispetto delle regole sono pienamente d’accordo. Sono di ritorno da Monaco di Baviera e lì la Polizia non scherza mica come da noi. Un ragazzo beveva birra in centro e l’hanno arrestato senza giri di parole. Qui gli avrebbero detto “se ti becco ancora una volta…” Purtroppo è così solo da noi. Per quanto riguarda la pulizia… niente per terra neanche a pagarlo!

  10. Pandoro Says:

    Si… ci facciamo sempre riconoscere vero?

  11. Lorenzo Says:

    Perché si dovrebbe arrestare un ragazzo che beve birra? In quel momento, non sta commettendo alcun reato. L’alcool non è proibito dalla legge. E’ illegale guidare in stato di ebrezza, ma se un ragazzo beve per strada, arrestarlo è solamente un’ingiustizia.
    Il mondo ne è pieno, purtroppo.

  12. Pandoro Says:

    Se la legge vieta di bere alcolici sotto una certa età, e qualcuno non la rispetta, non è come in Italia che se ne fregano, in altri posti, chi trasgredisce viene preso e portato via.
    Perchè non sai che ci sono posti dove appiccicare gomme americane, fare rumori, suonare i clacson, fumare è fonte di multa?

  13. Artemisia Says:

    Bravo, Pandoro! Trovo che il tuo racconto non sia uno spot ma il modo con cui vuoi condividere l’entusiasmo per l’esperienza che hai fatto. New York e’ senz’altro una citta’ affascinante. Io detesto lo shopping pero’ devo dire che li’ ti prende. Quando sono andata New York era il 7 dicembre, era un freddo cane e comincio’ anche a nevicare. Pero’ l’atmosfera natalizia era stupenda.
    Riguardo al rispetto delle regole e alla pulizia, hai notato la stessa cosa anche in periferia? Credo che Manhattan sia un po’ il salotto buono della citta’. Sarei curiosa di sapere se la stessa cosa vale anche per le periferie sconosciute.
    Comunque, Pandoro, New York non e’ gli States, nel senso che ci sono tante realta’ profondamente diverse in quel paese cosi’ grande.
    Belle anche le foto. Complimenti!
    Ma con tutti questi viaggi il tuo inglese come va?

  14. carla Says:

    Gli scoiattoli ci sono anche in Italia ,basta andare nei luoghi giusti ,tipo le Cascine a Firenze.Complimenti per il viaggio!

  15. Pandoro Says:

    Si ma, penso non vivano come vivono qua. E inoltre la si fanno pure fotografare, non scappano… Magari a le Cascine è pure così, ma non ci sono mai stato…

  16. Pandoro Says:

    @ Artemisia: New York certo non è gli States, però andando solo li, beh non potevo di certo confrontare Las vegas con new York… Però una prima buona impressione (nel complesso) me la sono fatta.
    Per le periferie sconosciute non ti so dire. Talmente sconosciute che nemmeno noi ci siamo andati…

    Comunque il mio inglese va avanti…

    (Brava! Non era uno spot!)

  17. alicesu Says:

    Trovo che rendere illegale bere fuori casa sia una stronzata pazzesca.
    A bologna è stato così per un anno e ha creato più casini che altro.
    Mi viene in mente l’inghilterra, in cui il rapporto con l’alcool è problematico e la gente allora è ubriaca già alle dieci di sera per sopperire al divieto (si può bere NEI LOCALI fino alle 23 e poi chiude tutto….).
    Non è questo il modo per aiutare la gente, non è VIETANDO.
    MAgari informando.

    Sarebbe come, che ne so, vietare il sesso perchè senza preservativi si prende l’aids.
    Che servirebbe?

    Per il fumo, lo metterei illegale ovunque perchè a me da fastidio: non riesco a respirare nemmeno se incrocio qualcuno che fuma in mezzo alla strada. Certo che se vedo qualcuno BERE in mezzo alla strada, non ho alcun danno… A meno che non guidi, ma quella è un’altra storia, non trovi?

    Più che spot, ho trovato terribile la parte in cui parli dei negozi… se uno va fino in america per vedere la nike o la Disney, a me viene da vomitare. Sapendo poi cosa combinano certe aziende, poi…

  18. Pandoro Says:

    Se il metodo non è il vietare non si dovrebbe nemmeno rendere illegale il fumo. Lo vieti automaticamente. Mi vieti di fumare e io devo trovare un modo che trasgredisca la legge per fumarmi una sigaretta.
    Informare che il fumo e l’alcool fanno male non serve a niente. Se ti dicono non bere perchè potresti avere problemi in futuro, continui a prenderti vodka (in generale); come per il fumo. ‘Il fumo uccide’ è stampato su tutti i pacchetti di sigarette, eppure, la vendita aumenta. Dovremmo scrivere il fumo fa bene per non venderle?
    Riguardo al tizio incrociato in mezzo alla strada, anche a me da fastidio, ma ognuno è libero di fumare, se vuole, e in quel posto non ci sono divieti, lo faccia. A me da fastidio comunque.

    C’è chi mangia al cinema i pop corn, beve coca-cola, e fa un rumore del cazzo. E il film io non me lo sento mai perchè ci sono sempre quei bastardi che fanno CIOMP CIOMP CIOMP. Che gli dico non mangiate perchè devo sentire il film? Non si può.
    C’è chi parla al cellulare sull’autobus, se a me desse fastidio (e alcune volte mi turba sentire quelle persone che parlano come se fossero a casa loro, urlando come matti), che gli posso dire chiudi il cellulare perchè non voglio sentirti? Non c’è una legge, può farlo.

    Riguardo all’ubriaco (che la mattina va in giro con un cartello con scritto ‘sono cieco’ ‘ho otto figli nove mogli e non ho casa’), beh finchè non mi rompe se ne stesse ubriaco, ma quando me lo ritrovo addosso a fregarmi il portafoglio, beh…

    Riguardo all’ubriaco in macchina, non lo dovresti far uscire dal pub nelle condizioni in cui sta. Il barista dovrebbe prenderlo metterlo da una parte e farlo portare a casa da un amico o dalla polizia stessa. Mica per arrestarlo, per dargli una svegliata. Da quando esce fuori sei gia cosciente che nel 60% dei casi combina qualche impiccio.

    Riguardo infine ai negozi, di sicuro non sono andato fino a New York per vedere la Disney o la Nike. Ma arrivato li, essendomi informato sempre li su internet, dell’esistenza di tali negozi, beh mi è venuta voglia di vederli. Che abbiano fatto o no anche loro impicci, sappi che pure il nostro cibo (molto più importante di un vestito), anzi non pure, maggiormente, il nostro cibo è dentro questi problemi.
    Mai sentito parlare di uova con dentro pulcini putrefatti?

    Un esempio a caso…

  19. Lorenzo Says:

    Io il fumo lo renderei completamente legale. Comprese droghe e stupefacenti. Almeno quelle leggere, che stimolano anche la creatività e la libertà espressiva di chi le assume.
    Sono d’accordo nel vietare il fumo nei luoghi pubblici, nei quali può dare fastidio. Però, in casa o per strada si può accettare. Magari soffrendo un po’; ma la vita è fatta di sacrifici, no?
    Stessa questione per gli altri esempi riportati da Pandoro.

    L’alcool, invece, è una situazione leggermente più complicata. Renderlo illegale, è un po’ come il coprifuoco: più che utile, dannoso. Non si può pensare di rendere più sicure le strade vietando gli alcoolici dopo le 23.

  20. Pandoro Says:

    Di sicuro non intendevo vietare l’alcool dopo le 23. Nemmeno l’ho scritto…

    NO al rendere illegale il fumo nei luoghi pubblici. A questo punto preferirei che levassero dall’italia quei tizi che appena esci dalla metro ti vengono dietro con ombrelli o pupazzetti…

  21. Marco Says:

    Che bel racconto Pandoro! Come ti ho gia` detto, quello che mi piace dei tuoi racconti e` che sei come una “spugna” che assorbe tutto quello che la circonda, senza criticare. E questa secondo me e` la qualita` migliore che ha chi ama viaggiare.

    A me New York era piaciuta, pero` venendo da Londra l’avevo trovata troppo simile in tante cose (frenetica, tutto aperto 24 ore, lo shopping, etc.), e come diceva Arte, quando sono tornato mi era rimasta l’impressione di non avere visto i veri Stati Uniti, quelli che si vedono nei film. Pero` nonostante tutto mi piacerebbe tornarci!

    A proposito, ma che scuola fai che un mese ti portano a Londra e il mese dopo a New York?!? Non e` che tuo papa` si chiama Silvio e ha un villino ad Arcore?!?

  22. Pandoro Says:

    [commento pre-commento: ahah]

    In effetti riguardo al ‘tutto aperto 24 ore’ e ‘shopping’ ti do ragione. Times square era aperta tutto il tempo, però almeno ti da l’opportunità, di vedere altri posti la mattina e rilassarti la sera, senza andare in giro a cercare un posto aperto. Comunque, neanche io ho visto l’america che ci fanno vedere nei film, ho visto poco, ma di sicuro quello che ho visto non lo rivedrò qua: a roma un grattacielo può essere l’acquedotto…

    Comunque faccio il linguistico, mio padre non si chiama silvio ma romano… 😛

    No, forse è solamente romano di roma e basta…
    La possibilità che mi è stata data di fare questi due viaggi la devo al viaggio dell’estate scorsa, con rotta inglese.
    Sono andato in college vicino Londra a Felsted (torno pure quest’anno, è stato utile e divertente), e da quando ho lasciato la valigia, non l’ho più avuta per tutto il viaggio, e per un mese da quando ero tornato. In poche parole l’ho avuta un mese e mezzo dopo che ero partito da Roma. La british, molto gentile, mi ha mandato un assegno da 2000 (se non erro) €, e con questi soldi ci ho fatto i due viaggetti 😛

    Alla prossima, spugna.

  23. Cameron Says:

    Does your blog have a contact page? I’m having problems locating it but, I’d like
    to shoot you an email. I’ve got some suggestions for your blog you might be interested in hearing. Either way, great blog and I look forward to seeing it grow over time.

  24. ekologiskt kokosfett Says:

    energy throughout a game or match. It’s tapping into whatever reserves you have and putting them into instant play.

  25. Amazonギフト券 買取 比較 Says:

    ネットを駆使してアマギフの買取をする買取センターというのは、建物を構えているような大黒屋よりもコストを削減できるので、やはり高額で買取してくれることが多いと経験者は口コミしています。

    多くのギフト券を宅配で損切りということをすれば、大多数の法人顧客の多い現金商売の買取サイトは、買取相場を釣り上げてくれます。転売用のアマギフは、換金率が高い時にまとめて数多く処分するのが決め手になってきます。

    ピンコムの比較サイトはすぐに見つかるので、どこに依頼すればいいか時間がかかります。それを解決するために、どのようなステップで売却先を選べばいいのかをお伝えしたいと思います。

    キャンペーンの参加賞のギフト券が車に預けたままになっているというような方もうっかりあるでしょう。そのような方は、話題の買取サービスが利用するチャンスです。これは意外なことにスムーズな流れで買取してもらえる良心的なお店もあります。

    当たり前のことながら、ギフト券マーケットの買取相場と呼ばれるものは、人気のある品ほど出品数が多いと言っていいでしょう。それにプレミア品かどうかでも対応が違います。むろん時間帯によって高値買取のコツが変動していますから、大黒屋の選択方法も駆け引きポイントです。

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: