Tv: bene o male?

Leggendo alcuni post in vari blog riguardo all’uso della televisione, che prevalentemente viene considerato un uso ‘negativo’ quello di guardarla, voglio scrivere un post a riguardo, esponendo lati positivi e si, negativi. E spero che alla fine, saprete scegliere se premere ON o OFF.

La televisione è nata molti anni fa, e fu un mezzo per come la vedo io, rivoluzionario. Prima. Adesso viene visto solo dai giovani con questo aspetto. Oggi le persone che hanno visto crescere questo piccolo strumento, lo considerano inutile e oramai danneggiato dal commercialismo.
La televisione è un mezzo informativo che tramite alcuni video, ci può far conoscere posti che per noi erano sconosciuti e sconosciuti sarebbero stati fino alla morte. Ci sono programmi oggi, che sono interessanti, che parlano sia di attualità, sia di informazione pubblica, sia di scienza, sia di tecnologia, sia di viaggi e di tanti tanti altri argomenti interessanti.
La televisione dovrebbe essere un mezzo che ci fa vedere la realtà così com’è, non così com’è per chi la fa. Tanto per intenderci: siamo stati ammorbati per giorni, mesi, con quel cavolo di omicidio di garlasco (così come per tanti altri avvenimenti), tutti i giorni, sempre con le stesse notizie, e con le ipotesti che si facevano ma che venivano smentite il giorno dopo, con le cose che si inventavano i giornalisti tanto per fare scoop, e poi così, un giorno, qualcuno ha deciso che quel servizio doveva essere finito. Così dopo mesi di tortura, non sappiamo com’è andata a finire (sempre se sia finita in un modo). E dato che siamo in campo informazione scriviamo qualche riga sul telegiornale.
Il telegiornale, ovvero quella trentina di minuti giornalieri (di solito se ne guarda uno la sera, dato che sono tutti uguali), è dedicato per metà alla politica italiana e non, per gli altri 2/3 ad omocidi, e quel misero 1/3 a tutto il resto che secondo la redazione, è di importanza a pochi. Sport, tecnologia, musica, ed altro di questo genere. Secondo voi è giusto dare importanza a quello che piace alla gente più importante, più ricca, lasciando le notizie di poco valore alla fine, e in minima percentuale, mentre i più ‘potenti’ si vedono il tg1 su uno schermo a 45 pollici?
E questo è uno degli aspetti che andrebbe migliorato, un’informazione più sana, senza scopi economici, e che interessi al cosidetto ‘grande pubblico’. Sospiro di sollievo, continuiamo.
Sempre in campo d’informazione, c’è un’altro metodo di diffondere notizie, stavolta pubblicitarie, che viene strausato attraverso le odiose pubblicità. Questi piccoli spot, in teoria servono per farci alzare dalla sedia ed andare a comprare il prodotto sponsorizzato; in pratica però, servono per farci comprare la nostra mente. Veniamo martellati dalle stesse cose, a qualsiasi prodotto si abbina uno spot insopportabile che ci interrompe il film (ed è questa una delle motivazioni perchè la odio). Viene odiata da molte persone la pubblicità, per cui, cari produttori o chi siate che mettete in onda queste cose, perchè non vi rendete conto che è ora di farle più corte e meno incisive, più ironiche e meno stupide e di metterle in orari che non disturbino? Perchè, relativamente la pubblicità ci può anche aiutare, magari a ricordarci che dobbiamo comprare qualcosa di cui ci eravamo scordati. Levando la malfunzionalità dell’informazione, l’uso e l’abuso, e la tendenza a far interessare chi meglio si vuole, qualche aspetto apparentemente positivo ci sarà no? E infatti, la televisione ci da un’informazione extra grazie ad i suoi programmi culturali (mi riferisco per lo più a Rai e Mediaset e La7) quali Ballarò, Elisir, Mi manda Rai Tre, Porta a porta, Lineablu (certe immagini dai fondali…), Report, Sai xchè (più per i giovani, dove si rispondono alle domande di qualsiasi genere anche al perchè si dice pinco pallino), Matrix, Markette, e tanti altri programmi di approfondimento, di cultura e di ironicità.
Il fatto è che aiutati dai telegiornali e dalla non-voglia di dire le cose due volte, le notizie finiscono da un giorno all’altro e vengono riportate alcune volte, come meglio si pensa.
Io consiglio alla gente che non guarda per niente perchè ha capito che davvero ormai la tv è ‘spazzatura’ di premere il tasto ON e di guardare qualcosa, mentre per chi la guarda sempre ed è diventato tv-dipendente di premere ON e OFF più spesso, cercando di distaccarsi di più dal mondo Tv. E alla fine a chi guarda la Tv così, ogni tanto, avendo un’idea neutra su questo strumento consiglio di continuare così.

Perchè ricordate quello che viene creato, scegliamo noi se deve diventare un bene comune o deve andare nella lista nera. È normale che se un gelato lo compriamo freddo lo mangiamo e ci soddisfa. Se invece lo compriamo appunto ‘gelato’ e lo mettiamo in forno, non è più utile.
Se la usiamo bene, la Tv ci aiuterà in molte cose.

Annunci

12 Risposte to “Tv: bene o male?”

  1. Lorenzo Says:

    “Se la usiamo bene, la TV ci aiuterà in molte cose”.
    Quello che dici è vero, ma poteva essere valido fino a un decennio fa.
    Ormai la televisione è sempre più sostituita in ogni suo aspetto dalla Rete, molto più utile e molto più comoda.

    Come dici tu, la televisione “dovrebbe” essere uno strumento di divulgazione: il problema è che non lo è!
    I telegiornali modificano e interpretano le notizie come fa più comodo a loro e ai rispettivi capi politici. Della politica ne parlano poco? Io direi, piuttosto, che ne parlano male, proprio per i motivi accennati sopra. Sinceramente del delitto di Garlasco o della studentessa Meredith me ne importa ben poco: lo so che ci sono assassinii in tutto il mondo; perché mi ammorbate ricordandomelo con persone a me completamente sconosciute? Te lo dico io il perché: a loro non interessa “la notizia”; a loro interessa che si trasmettano nella popolazione varie paure e convinzioni che modifichino la società secondo specificate regole. Naturalmente, questa io non la chiamo informazione: ci prendono solo per il culo. Seguo l’iniziativa di Grillo: abolire l’ordine dei giornalisti, in quanto non sono più tali. Sono solo schiavi al servizio del padrone.
    Purtroppo, la questione è che c’è gente che considera il programma di Emilio Fede un telegiornale, o “Porta a Porta” un programma sulla politica.

    “Ci può far conoscere posti che per noi erano sconosciuti e sconosciuti sarebbero stati fino alla morte”: come ho ribadito già troppe volte, la televisione non è l’unico oggetto da cui attingere le informazioni del mondo. Dove li metti i giornali, la radio, le persone e, soprattutto, Internet? Una delle manzioni più importanti svolte da quest’ultima è proprio quella di divulgare informazioni pure, per così dire. Io dico di utilizzare il più possibile questa, finché le mani del potere non penetreranno anche in essa.

    Per quanto riguarda la pubblicità, la questione è un po’ più complessa. La RAI non dovrebbe trasmetterla proprio, in quanto lo Stato ci costringe a pagarne il canone. C’è da dire che la pubblicità è sempre più penetrata nel sistema televisivo, per cui ormai ne fa parte integrante. Il problema è che non esiste altro, praticamente. I produttori, i registi, gli attori, i direttori televisivi, ci assillano con spot per comprare roba inutile e, delle volte, dannosa. Anche la pubblicità in sé è alquanto dannosa, perché incita, implicitamente, al conformismo, all’omologazione, alla banalità. Tutti valori da cui i giovani farebbero molto bene ad allontanarsi il più possibile.

    La televisione non può essere vista come forma di cultura, quando abbiamo in ogni programma le tette e il culo della prima bella ragazza che ci capita davanti, o quando abbiamo Sgarbi e la Mussolini (conosco gente che li voterebbero) che fanno i buffoni per attirare l’audience del pubblico. Considerare cultura “Grande fratello”, “L’isola dei famosi” e “Controcampo” è pura idiozia, dilagante terribilmente oggigiorno.

    Posso dirti questo, Pandoro. Io, ormai da quattro o cinque anni, posseggo SKY, ed è molto utile. Utile perché posso accendere la televisione e guardare liberamente programmi, film o documentari seri, e non quelle cazzate che troverei nei soliti sei o sette canali. E poi, la televisione sarebbe utile se trasmettessero qualche film decente. Purtroppo la cosa migliore che riescono a proporci è “Armageddon”.

    Saluti, Lorenzo

  2. Pandoro Says:

    ‘Ormai la televisione è sempre più sostituita in ogni suo aspetto dalla Rete, molto più utile e molto più comoda.’ Questo non è vero.

    ‘Della politica ne parlano poco?’ Io ho detto il contrario…
    ‘Io direi, piuttosto, che ne parlano male, proprio per i motivi accennati sopra.’ Ma come? Prima dici che le notizie le fanno a favore dei nostri cari politici!

    ‘Seguo l’iniziativa di Grillo: abolire l’ordine dei giornalisti, in quanto non sono più tali. Sono solo schiavi al servizio del padrone.’ E allora bisognerebbe levare il padrone, e non i giornalisti.

    ‘“Porta a Porta” un programma sulla politica.’ Infatti a Porta a Porta mica parlano esclusivamente di politica.

    ‘Dove li metti i giornali, la radio, le persone e, soprattutto, Internet?’ Allora, i giornali, non ti possono far vedere filmati, documentari su posti sparsi nella savana o cittadine sperdute nell’America. Idem per la radio e le persone. Internet invece può far vedere video e immagini, ma che Internet è obbligato a postarle? Quando a qualcuno andrà di mettere una foto bene altrimenti non potrai sapere niente.

    ‘Internet? Una delle manzioni più importanti svolte da quest’ultima è proprio quella di divulgare informazioni pure, per così dire.’ Certo, su Internet (sempre con la i maiuscola eh!? È importantissimo vero?) nessuno racconta balle. Tutta pura verità.

    ‘Anche la pubblicità in sé è alquanto dannosa, perché incita, implicitamente, al conformismo, all’omologazione, alla banalità. Tutti valori da cui i giovani farebbero molto bene ad allontanarsi il più possibile.’ Certo, una pubblicità contro il fumo è dannosa ai polmoni…

    ‘La televisione non può essere vista come forma di cultura, quando abbiamo in ogni programma le tette e il culo della prima bella ragazza che ci capita davanti’ Apparte che non capita spesso, perchè ai produttori conviene da una parte, ma da un’altra perde pubblico, dalla parte di spettatori più ‘precisi e colti’ se così li vogliamo definire; e poi, vorresti dire che su (I)nternet non c’è niente di peggio?

    ‘Considerare cultura “Grande fratello”, “L’isola dei famosi” e “Controcampo” è pura idiozia, dilagante terribilmente oggigiorno.’ E chi li ha nominati!

  3. Artemisia Says:

    Ma a forza di premere ON e OFF continuamente la Tv si scassa! 😉

    Pandoro, gli esperti di marketing non sono stupidi, sanno bene cosa fa vendere e cosa no. Se fanno spot idioti e ripetitivi significa che hanno visto che sono efficaci. E proprio questo che e’ preoccupante!

    Lorenzo, la rete e’ una grande risorsa ma ben pochi se la possono permettere ancora in Italia, non tanto nel senso economico (ma anche) quanto dal punto di vista delle competenze. Anche la rete va comunque usata con criterio perche’ vi si trova tante bufale…

    Pandoro, Dario ha lasciato un lungo commento sul mio blog per te.

  4. Marco Says:

    Hey Pandoro! Ieri ho pubblicato il famoso post su Londra… pensavo l’avresti commentato…!!!

  5. alicesu Says:

    quanta retorica.
    io non ho l’antenna tv.

    Le competenze degli italiani sono nulle, per la maggior parte, anche nel campo della tv.
    Forse quindi è meglio internet. almeno decidi tu dove e cosa cliccare.

  6. Pandoro Says:

    @ Artemisia: e che soluzione proponi?

    @ Marco: commentato ;-P

    @ Alice: tutto quello che clicchi non porta sempre però a quello a cui volevi arrivare.

  7. auckland.ac.nz Says:

    I am really enjoying the theme/design of your website. Do you ever run into any web browser compatibility issues?
    A handful of my blog visitors have complained about my site
    not working correctly in Explorer but looks great in Safari.
    Do you have any ideas to help fix this issue?

  8. cheap small sailboats online Says:

    Generally I don’t learn article on blogs, but I would like to say that this write-up very pressured me to take a look at and do so! Your writing style has been amazed me. Thank you, very great article.

  9. http://theartofthedrum.blogspot.fr/ Says:

    Awesome! Its truly awesome post, I have got
    much clear idea about from this post.

  10. Rayford Says:

    I’m really enjoying the design and layout of your site. It’s a very easy on the eyes which makes
    it much more pleasant for me to come here and visit more often.
    Did you hire out a designer to create your theme?
    Outstanding work!

  11. buy cheap used sailboats online Says:

    It’s remarkable in support of me to have a web page, which is valuable for my experience. thanks admin

  12. buy cheap fragrances online Says:

    You could definitely see your expertise in the article you write.
    The world hopes for even more passionate writers like you
    who are not afraid to say how they believe.

    All the time go after your heart.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: