L’Italy

Al di là del fatto che sono contro di lui, non arriverei mai a questo, e penso nessuno ci debba arrivare.

Questo video ci mostra come siamo. Gli Italiani.

Annunci

26 Risposte to “L’Italy”

  1. Lorenzo Says:

    Vedo che il TG1 esalta la figura e le idee di Giuliano Ferrara, e limita quelle dei manifestanti aggredendoli come una “rivolta violenta”.
    Secondo me, quella gente ha fatto bene a tirargli le uova: in fondo quell’uomo ha il diritto e il potere di cambiare una legge; ha la possibilità concreta di far soffrire migliaia di donne l’anno.
    Un po’ di uova sulla sua giacca da 1000 € non sarà un grosso danno, né per lui né per la legge 194.

  2. antgri Says:

    Concordo… la civiltà deve essere al di sopra d’ogni ideologia… Lui avrebbe dovuto saperlo…

  3. Marco Says:

    Mmm, non sono d’accordo.
    Ognuno e` libero di manifestare le proprie idee, ma quelle di questo bradipone sono mirate a fare soffrire tante donne che si vedrebbero costrette a rivolgersi a macellai clandestini come avveniva in passato.
    La situazione e` gia` abbastanza tragica ora con tutti questi “obiettori di coscienza” che poi in privato -pagando- gli aborti li praticano!
    Ferrara, a quanto mi risulta, un utero non ce l’ha e percio` non si dovrebbe nemmeno immischiare!
    Le uova e i pomodori secondo me sono stati meritatissimi, se li cerca!

  4. antgri Says:

    forse ho mal scritto il mio pensiero…”la civiltà deve essere al di sopra d’ogni ideologia… Lui avrebbe dovuto saperlo…” voleva significare:

    hai voluto la bicicletta? e pedala!!!:-)

    Io credo che una legge che REGOLAMENTA l’aborto (come quella che per fortuna abbiamo) ha salvato molte vite ed ha dato domo di non morire a tanta gente che altrimenti andava a finire nelle mani di chissà chi…

    Ma Ferrara è un intellettuale a contratto: ha avuto assegnato il compito di riformare una costola cattolico-centrista, rubando voti allo “scissionista” Casini, per poi allearsi col PDL ad elezioni vinte. Banale il progetto!

  5. Pandoro Says:

    Attenzione.

    In questo articolo, volevo sottolineare il carattere e la civiltà italiana.
    Io sono contro Ferrara, perchè penso che quello che dica non serva a niente e che dalla sua bocca escano solo cavolate, però ricordatevi che secondo la costituzione ognuno è libero di dire la propria.

    Non ho niente contro la manifestazione (se così la chiamiamo) che ha organizzato perchè come detto prima può fare quello che vuole, ma ho TUTTO contro gli italiani, che si sono comportati al solito modo, innalzando cori contro, e lanciando la prima cosa comprata al supermarcato.
    Già noi italiani siamo conosciuti come incivili (incivili non è il termine adeguato ma facciamo finta che si abbini al discorso, tanto per non usare termini più volgari), e ci facciamo conoscere ancora di più, in ogni campo.

    A prescindere da quello che sentite, o che avete capito dall’articolo mio e del mio amico Lorenzo, fatevi un bel viaggetto a Londra, e guardate le differenze.

    È l’esempio che riporto sempre, di cui odio parlarne ma è la pura, sottolineo pura, realtà.

    Vi sfido ad andare (vi riporto alcuni posti dove io sono andato, poi non so voi) appunto a Londra, Bruxelles, Amsterdam, Mosca o comunque all’estero, a trovare per terra, UNA MISERA, FOTTUTISSIMA, BASTARDA, CACCA DI CANE.
    Chi ha capito a cosa si abbina questo discorso, è pregato di esprimere la sua.

  6. antgri Says:

    Concordo con la libertà di espressione Pandoro ma un popolo che non si indigna difronte agli orrori è morti. Un esempio? paesi civili come l’inghilterra l’america fanno fuori capi di stato perché magari hanno una amante oppura hanno altri vezzi nel privato… sono popoli che si indigna molto più del nostro!
    Si alla libertà di pensiero..di chi parla..ma anche di chi ascolta!
    Forse quei giovani erano contro l’essere STRUMENTO di campagna elettorale, a contratto del cavaliere, cavalcando un tema preso a caso che poteva raccogliere consensi tra i cattolici moderati (fetta grande degli indecisi). Forse era questo il dissenso…
    Se venisse un nuovo mussolini a compandare l’entrata in guerra non credi ch eil popolo avesse il diritto di indignarsi? Il paragone è un po’ forte ma rende l’idea:)

  7. alicesu Says:

    sono felicissima che lo abbiano trattato in questo modo.
    Per una volta, sono fiera di essere italiana.

  8. antgri Says:

    avrabbe… pardon gli errori/orrori dati dll’enfasi 🙂

  9. Pandoro Says:

    antgri: sono d’accordo con quello che dici, ti ricordo che anchio sono in disaccordo con le idee di Ferrara, ma il punto dove mi soffermo io, e quello dell’inciviltà.

    Lo stesso discorso vale per alice, siamo tutti d’accordo che Ferrara dovrebbe andare ‘a quel paese’, ma il punto è che noi italiani non siamo in grado di rispettare gli altri.
    Se Ferrara dice certe cose, ok. Tutti (o quasi), gli stanno contro, ma non è un buon motivo per trattare la gente in questo modo. È il problema della civiltà, che in Italia, non è sul vocabolario.

    Comunque antgri, non so i tuoi ideali politici, ma un nuovo mussolini penso sia proprio da levarselo dalla mente. Non è un’accusa, per carità.

  10. antgri Says:

    Sono nuovo di questo tipo di comunicazione (Blog) ma vedo che è facile, anzi facilissimo essere equivocati. “nuovo Mussolini” non era riferito a Ferrara, era un esempio di come è giusto rispettare sia chi parla sia chi esprime una idea che chi la contesta. la storia è piena di persone che esprimevano le proprie idee e reprimevano chi le contestava. Se da una parte è utile essere CIVILI (come ho premesso nel primo post..pare sia passato inosservata la premessa:) ) quando si ascoltano le idde altrui, d’altra parte è utile prendersi il rischio di esser eimpopolari. Un esempio? Se io vado ad un corteo di femministe urlando che tutte le donne sono….poco di buono, devo assumermi anche la responsabilità di ciò che vado a fare! Ad ogni modo è incivile qualsiasi tipo di violenza, concordo e l’ho detto dall’inizio. D’altra parte la provocazione, bieca e calcolata, anche se non lancia uova è lo stesso “incivile”.

  11. Pandoro Says:

    Si hai ragione, ma comunque il nuovo mussolini non lo riferivo a Ferrara, certo che no.
    L’esempio che hai riportato è giusto, ma vedi quello che dico io è: se te vai al corteo puoi urlare quanto ti pare, e devi sapere che dopo c’è una conseguenza. Ma se questa conseguenza è esagerata…

  12. antgri Says:

    Ci si muove su un terreno sottile…
    Esiste la violenza del linguaggio che spesso offende la dignità umana e le persone, più di quanto non facciano delle uova!
    Premesso (per la terza volta) che condanno qualsiasi gesto violento o affine alla violenza, altresì condanno la strumentalizzazione di temi scottanti e di conquiste prezione, solo per fini personali: è violenza anche quella!
    Secondo me il problema non sono le uova…
    Il problema è: può un “intellettuale” essere a contratto?
    E’ etico che il sognorotto di turno assoldi un “intellettuale” in cerca di consensi, per perorar ele proprie cause?
    Penso che la violenza scaturita dal’etica di certi personaggi, danneggi di molto la morale, l’Italia, la gente e la Politica (nel senso alto del termine), più di qualsiasi uovo!
    Condanniamo le uova ma, il problema è a monte: non ci sto ad avere occhi solo per le reazioni e non per le azioni che le innescano…
    Qualcuno disse: “prima di guardare la pagliuzza nell’occhio del tuo amico, guarda il trave che hai nel tuo occhio” 🙂

  13. Pandoro Says:

    Quello che dici, è sempre più giusto.

    Il problema che cercavo di spiegare, non è proprio l’uovo, è il fatto che a prescindere non si dovrebbe tirare l’uovo.

    Forse ora è leggermente più chiaro.

  14. Lorenzo Says:

    E’ chiaro che ognuno, almeno in Italia, è libero di esprimere il proprio parere. Credo che le uova a Ferrara gliel’avrei tirate anche io, perché quell’uomo non è “contro l’aborto” per difendere la vita, ma è “contro l’aborto” per creare delle proprie liste ed entrare finalmente in politica. Credo sia anche (solo) per questo che i manifestanti gli hanno riso in faccia.
    Quell’uomo è un venduto che pensa solo a sé: questo, a parer mio, non lo rende uomo.

  15. Pandoro Says:

    Senza offesa, ma non credo abbiate capito il senso dell’articolo.

    NON MI RIFERISCO A FERRARA, mi riferisco al fatto che l’inciviltà regna in questo paese e che tirare le uova addosso ad una persona è proprio da scemi.

  16. alicesu Says:

    Pandoro: è un buon motivo eccome. Finalmente, anzi. Se li trattassimo più spesso così, non avremo certa gente a far politica.

  17. Pandoro Says:

    Ma alice, concordo su quello che dite! Ma non sul fatto di comportarsi così!

    Fai conto che te sei in piazza a dire io sono di sinistra! viva i comunisti! Arriva Berlusconi e ti tira un uovo in faccia e inizia a fare cori bastarda bastarda buffona buffona.

    Saresti felice?

  18. antgri Says:

    Pandoro si è capito e pare si concordi tutti che è da scemi tirare le uova! Ma concordo con lorenzo e penso che sia più incivile strumentalizzare un argomento così delicato, coinvolgendo anch el aparte radicale cattolica, a fini personali o conto terzi… non è una cosa parimenti abbbbbBbbbbbberrante?

  19. Pandoro Says:

    Sono tutti e due comportamenti sbagliati. Sia per chi compie, sia per chi riceve.

  20. antgri Says:

    Finalmente abbiamo trovato una linea comune:-)
    A dir eil vero penso che quell’episodio abbia solo fatto del bene a ferrara, ha conferito lui una popolirità che non aveva. Dimostrazione ne è il fatto che ne staiamo dibattendo, che sia cliccatissimo in youtube e che ha fatto il giro di tutti i telegiornali in prime-time. Pensiamo che sia sbagliata la sua causa? se davvero è così non parliamone più!

  21. Pandoro Says:

    E così abbiamo trovato una trattativa… ;-P

  22. Lorenzo Says:

    Certe volte, tirare le uova ad una persona contribuisce a fargli capire quanto è disprezzato dall’opinione pubblica.
    Forse, in questo, caso abbiamo ottenuto l’effetto contrario, come dice Antgri.

  23. antgri Says:

    “il maggior disprezzo è la non curanza”
    In italiaè vero forse più che altrove. Sia che tu sei negativo che positivo, se hai odiens ti viene fatto un favore. Sia che investi povera gente, che se vinci la coppa del mondo, sei catalizzatore di attenzione quindi “sfruttabile” in qualche modo.
    ripeto… “il maggior disprezzo è la non curanza”

  24. Pandoro Says:

    “il maggior disprezzo è la non curanza”

  25. dario Says:

    Eccomi qui a dire la mia, anche se sono d’accordo che il disprezzo e’ la non curanza.

    Io penso che Antgri ha ragione, ma aggiungerei che il comizio e’ stato fatto apposta da Ferrara per ricevere le uova in faccia. E cosi’ i manifestanti hanno fatto il gioco di Ferrara. Non mi stupirei addirittura di pensare che alcuni sobillatori ovofori siano proprio stati assoldati da Ferrara stesso. Insomma, faccio un comizio, ma prima dico in giro che lo faccio e qual’e’ l’argomento, assoldo delle persone per andare tra il pubblico a distribuire uova e poi a cominciare a tirarle addosso a me al momento giusto. Il TG1 e’ li’ apposta a cercare quella notizia e il gioco e’ fatto.

    Pandoro. Credo che il diritto di libero pensiero e di parola debba essere dato a tutti. Se io e Ferrara ci fossimo trovati in birreria avremmo litigato su quell’argomento in modo civile e avremmo confrontato le nostre opinioni. Ma in questo caso non possiamo dire di essere ad armi pari. Ferrara aveva un podio e un microfono e un altoparlante, e le telecamere del TG1 puntate verso di lui. Uno dovrebbe avere la liberta’ di parola se l’interlocutore ne ha anche lui, immagino. Ma il manifestante che strumento avrebbe avuto, al di fuore delle uova, per dissentire civilmente? Avrebbe dovuto fare la parte di chi non risponde e quindi e’ d’accordo?
    Non sono d’accordo con la violenza del gesto, ma sono assolutamente d’accordo con il messaggio che quel gesto ha comunicato: cioe’ okay, ti sento ma consentimi di dire che non sono d’accordo.

    Infine, se tirare le uova e’ stato un gesto proficuo a Ferrara, credo che non tirarle sarebbe stato ancora piu’ proficuo, perche’ avrebbe significato non che l’oppositore e’ incivile, ma che l’oppositore non esiste.

    Infine infine, andare in piazza a dire “io sono comunista” non e’ come andare in piazza a dire la propria contro l’aborto, perche’ se io sono comunista sono solo fatti miei, proporre l’abolizione dell’aborto invece sono fatti delle donne. Quindi io rispetto molto di piu’ il primo.

  26. Pandoro Says:

    Hai ragione. Mi sarò espresso un po male.

    Comunque l’esempio del “io sono comunista” era il primo che mi era venuto in mente…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: