London

Per chi non lo sapesse, il 28 marzo sono partito per Londra, in camposcuola per 5 giorni, e sono tornato ieri sera verso mezzanotte.
È stato un viaggio bellissimo, peccato che siamo dovuti tornare alla solita vita italiana, nel paese del casino della sporcizia e del disordine.
Abbiamo alloggiato in un albergo vicino alla stazione di King’s Cross e devo dire che è stata l’unica cosa semi-deludente che abbiamo avuto.
Il perchè è semplice: stando vicino alla stazione si sentivano la notte treni, auto della polizia e ambulanze passare con le sirene accese ed era un po’ difficile riuscire a dormire; e poi, il cibo faceva schifo. La mattina io mi aspettavo la classica colazione inglese che mangio anche al college dove vado l’estate, e invece, cornetti burrosi, thè amaro, succo di frutta orrendo e pane semi-saporito. La sera invece dovevamo uscire (al freddo) per andare ad un ristorante dell’albergo a qualche strada più in la: ristorante italiano, ma solo di nome.
La pasta non aveva un sapore, la carne era sempre uguale con un sughetto che sembrava mocciolo e patatine sciape e fredde. Il pane ci ha salvato. L’unica cosa che si può trovare in buono di questi pasti è che si può dimagrire facilmente…
E poi l’albergo: le stanze relativamente piccoline, con cassetti mezzi rotti, senza accappatoi, una saponetta di 15 grammi in tre per 5 giorni, e finestre guaste.
Anche qui c’è qualcosa che ci ha salvato: i materassi erano più morbidi di un panino e la televisione ci ha intrattenuti per qualche sera…
Oltre a queste due cose, devo dire che Londra è una città mooolto più bella delle nostre città italiane, sia per pulizia, sia per aspetto estetico, sia per comodità.
Andiamo passo per passo.
• Pulizia: non c’è una cacca di cane per terra, non ci sono cartacce gomme o giornali per le strade. Non ci sono scritte sui muri, e non capisco perchè ma non ci sono cassonetti e cestini. Sarà perchè fanno la raccolta casa in casa? Se qualcuno me lo può spiegare lo ringrazio in anticipo. Ah dimenticavo: non ci sono nemmeno sigarette in giro, fumano in pochi…
• Estetica: La maggioranza degli appartamenti sono più belli dei nostri enormi palazzi, e molte case hanno un piccolo giardino vicino all’entrata. Come già detto prima non ci sono scritte sui muri, e le strade sono pulite… E c’è anche tanto verde non inquinato (perchè da noi c’è tanto verde: ma inquinato) come ad esempio l’Hyde Park, ed i vari giardini nelle piazzette.
• Comodità: Per ogni posto dove vuoi andare c’è sempre la metro. Altro che le nostre poche e corte linee metopolitane. Londra è organizzata in maniera migliore e le stazioni sono pure più decenti (anche se un pò un labirinto). Da ricordare anche che se vuoi prendere la metro devi pagare il biglietto che poi devi usare sia per entrare sia per uscire quindi non si può fare il furbetto all’italiana. Me ne stavo scordando: la metro passa ogni minuto, ed è molto più veloce ed efficace.

Per l’aspetto economico invece, quel che si dice su di Londra che è carissima non è vero, o almeno non dappertutto. Ci sono negozi come “Lillywhites” o “Primark” dove magliette, pantaloni, scarpe, intimo e altri accessori costano davvero poco.
Tanto per farvi capire: ho comprato un paio di jeans a 6 sterline e uno a 8, una felpa a 10 e una maglietta a 6. Qualcuno ha da ridire?
Quel che costa invece, è l’abbonamento alla metro, i caffè ed i cappuccini, e alcuni souvenirs (naturalmente se comprate una maglietta di Armani è ovvio che la pagate uguale a Roma).
Poi ci sono tanti musei, luoghi importanti e vie famose piene di negozi per tutte le fasce di età.
Per non parlare di Buckingam Palace, dove ogni giorno verso le 11.30 inizia il cambio della guardia (escluso nei giorni di pioggia) che è un’attrazzione per tutti e di Greenwich dove si può fare qualche foto vicino alla prima meridiana costruita al mondo.
Insomma è stato un bel viaggio e lo consiglio a tutti: prendete la valigia, e partite con il primo volo.
E per tornare… si può sempre passare per il binario 9 e 3/4 dove è stato girato Harry Potter: se riuscite anche voi a passare per il muro…

E ricordatevi:
immagine1.jpg
(foto venuta un po’ male..)
Annunci

8 Risposte to “London”

  1. Artemisia Says:

    Bel reportage, Pandoro! Ottimo lavoro! Sei tu nella foto? Intendo dire quello con il cartello ovviamente! 😉 Ti ho riconosciuto dalla frase che porti in giro e che si abbina perfettamente al tuo pessimismo cosmico.
    A Londra ci sono stata negli anni Ottanta. Ci ho fatto un paio di soggiorni estivi e anche a me piacque moltissimo. Mi hai fatto venir voglia di tornarci.
    Sai, hanno avuto un ottimo sindaco, Ken Livingstone, uno con le idee molto chiare.
    Per le tue curiosità sai che faccio? Le segnalo ad un blogger mio amico, un carissimo ragazzo bolognese che sta a Londra da anni:
    http://marcouk76.blogspot.com/
    Ciao!

  2. Pandoro Says:

    Grazie cara.

    Sulla foto non hai torto! Come mi hai fatto a scovare così presto?

    Comunque ci sei stata tanti anni fa, ci devi tornare. E senza scuse.
    Grazie delle richieste che farai, ora passo anchio nel suo blog.

    Grazie,

  3. marina Says:

    MI è piaciuto il tuo articolo Pandoro. Io manco da Londra da vent’anni. Mi piacerebbe tornarci.
    ciao marina

  4. Pandoro Says:

    Rifacci un salto.

    E porta con te Artemisia…

  5. Lorenzo Says:

    Vedo che anche tu ti sei dato da fare a raccontare le nostre avventure a Londra.

    Comunque, quando li hai sentiti treni e le sirene di notte? La ferrovia era lontana almeno un chilometro e le sirene si fermavano dopo mezzanotte.
    Mi ha fatto ridere la tua frase: “Si faceva un po’ fatica riuscire a dormire”: ma se dopo tre minuti che stavi sul letto ronfavi come un ghiro! Uno di voi due russava anche.

    Del cibo mi sono lamentato anche io; ma penso che gli Inglesi ormai ci siano più che abituati. Magari loro trovano schifoso il cibo che abbiamo noi in Italia.
    Anche se ne dubito.

    Per la pulizia: nel Nord Europa c’è una maggiore civiltà e un maggiore rispetto per l’ambiente rispetto all’Italia. Non credo sia molto una questione di buona amministrazione. I secchioni e i cestini c’erano; può darsi che gli Inglesi fumino di meno, ma non è detto solo perché non hai trovato cicche per strada.
    Per l’estetica: c’erano tante belle casette, come quelle che si vedono al cinema. Ma la sua bellezza era largamente compensata dall’orripilanza degli enormi palazzi di quaranta piani. Hyde Park mi è piaciuto tantissimo: se vivessi a Londra, penso che se uscissi andrei sempre là. Rimpiango di non aver potuto scattarne una foto.
    Per la comodità: sono d’accordo, ma io loderei anche il servizio degli autobus (anche se non gli/le autisti/e).
    Lorenzo

    P.S. Il cambio della guardia è una tortura guardarlo: troppa gente. Dopo un po’ io mi sono stancato; era troppo per le mie povere gambe già martoriate da cinque giorni di interminabili camminate.

  6. Marco Says:

    Pandoro… veloce aggiornamento! Il post a commento del tuo post su Londra l’ho appena finito e credo ti potra` interessare! Lo pubblico sicuramente all’inizio della prossima settimana (sabato e domenica di solito metto solo filmati perche` mi riposo…!).
    A presto! Marco.

  7. Pandoro Says:

    Lorenzo: treni e sirene, ce ne stavano a volontà.
    Stazione a un chilometro? 200 metri.

    Pulizia? Maggiore civiltà? Intendi dire che in Italia la civiltà esiste?

    Enormi grattaceli? Si, e pure simpatici. Che vuoi che una città non si evolva e rimanga allo stile Far West?

    Autisti? Pensa in Italia allora!
    Cambio della guardia noioso? No ansi, attraente. Sei te che ti sei annoiato perchè eri in fondo e non si vedeva niente, solo capocce umane.

    Marco: grazie mille! Se puoi entro domenica per me è meglio. Ho internet fino a domenica.

  8. New York « Pandoro Blog Says:

    […] del cibo invece, di sicuro la situazione non è come a Londra (come descritto nel post che trovate qui), ma se si trova il posto giusto si mangia bene. Noi ci vantiamo della cucina italiana, è vero, […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: