Politica 2

Questo articolo è un seguito del precedente articolo che trovate qui: Politica.

Qui riportata, un’altra serie di cose che vorrei in Italia.

  1. Una persona, o di più, che stiano nei parchi Italiani, quelli non controllati dispersi nelle regioni italiane, dove la gente va a fare un pic-nic o qualcosa di simile, a controllare che il parco rimanga pulito. Nelle zone dove c’è una zona pic-nic con area barbeque c’è sempre una caterba di piatti di plastica, posate, bicchieri, cartacce e residui di cibo per terra. C’è tanta gente che cerca lavoro…
  2. Accettazione dei gay e delle lesbiche (no, non lo sono).
    Ora, in Olanda, e in altri paesi, queste due categorie non vengono odiate e discriminate come da noi. Perchè in Italia c’è tutta questa rivoluzione?
    Penso siano persone come noi, che però hanno un’attrazione per un individuo diversa dal normale (per noi, per loro è normale). La religione cristiana non vuole che un’uomo si sposi con un’altro uomo, vuole che l’uomo si sposi una donna e abbia dei figli con lei, ma che ci possiamo fare?
  3. Art. 3.

    Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

    È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

  4. Maggior importanza al decoro urbano: monumenti sporchi, topi e uccelli morti per strada, persone che ti vengono addosso ogni santo secondo per venderti ombrelli, giocattoli (tutto made in china), frigoriferi, lavatrici, gomme, cerchioni, motorini, auto e tanto altro nei parchetti cittadini, e lampioni rotti che non vengono mai aggiustati, così se la sera vai in macchina e all’incrocio non c’è luce rischi una bella botta da un pullman che stava passando a tua insaputa.
  5. Distribuzioni/noleggio/sconti per l’acquisto di biciclette.
    Ad Amsterdam chissà perchè, ogni via per cui passi c’è sempre qualcuno in bibicletta, c’è sempre un ‘parcheggio’ dove vengono depositate le biciclette..

    prova1.jpg prova2.jpg
    ***
  6. ‘Qualcosa’ a favore dell’acqua del rubinetto: vedendo ieri sera un servizio al tg2 ci ho riflettuto sopra anchio…
    L’acqua che si compra nei supermercati in bottiglia, fa un viaggio lunghissimo a cui non pensiamo. Parte dalla fonte, per poi essere trasportata nei laboratori essere controllata ed arrivare alla fabbrica dove viene imbottigliata con un consumo molto elevato di plastica, infine viene chiusa e inviata nei supermercati tutto questo usando tir che inquinano.
    Quindi ricapitolando, si consuma plastica che poi viene buttata (e non si sa se viene riciclata), benzina che ci inquina, possibili incidenti dovuti all’inaccortezza dei camionisti… L’acqua che viene dal nostro rubinetto invece non ha tutte queste complicazioni, e non si deve nemmeno fare la fatica di andare al supermarket!
  7. Consultori piccoli e rapidi nelle scuole medie e licei.
  8. Più controlli negli ospedali: medicinali scaduti, edifici decadenti, attrezzature mancanti…Lo sapete cosa vuol dire sentirsi male e non poter essere curati perchè la sala è allagata, mancano i medicinali, o non c’è il personale?
  9. Vendita di bombolette spray riservata solo ai maggiorenni. Negatemi questa cosa, ma se poi vi ritrovate casa vostra imbrattata di cori razzisti, di insulti, o di disegni sparsi qua e la sui muri, ci andate voi con il pennello a ripitturare tutto!
  10. Di questo che sto per scrivere non ne sono troppo sicuro.
    In Spagna e in Inghilterra, (non dappertutto solo da qualche parte e sono relativamente pochi) si trovano dei cassonetti ‘sotto terra’. Ossia c’è una specie di portellonne di aprire che si trova fissato su un qualcosa fissato a sua volta per terra, come se fosse un cassonetto a forma cubica di dimensioni ridotte attaccato a terra, da cui si può buttare la spazzatura che a sua volta viene contenuta in un deposito sotterraneo. Il fatto è che non so dove vada poi questa spazzatura, però in sostanza, con questo metodo si eviterebbero i cumuli di sacchetti in strada.
  11. Cestini per le strade (è ovvio, che vengano però svuotati).
Annunci

19 Risposte to “Politica 2”

  1. carla Says:

    I cassonetti interrati chiaramente segnalati, con colori differenti per la raccolta differenziata, si trovano anche nel comune di Vinci in toscana nel comune di Empoli.Vedere per credere.

  2. Pandoro Says:

    Funzionano bene?
    Come funzionano in se? Hanno risultati positivi?

  3. lesnek Says:

    per il punto 9) qui a Palermo vicino da me in una strada(e forse in qualche altra zona), hanno messo questi cassonetti sotterranei, solo che come al solito in Italia anche con questi cassonetti moderni, l’immondizia alla fine si accumula lo stesso sulla strada 😦

    per quanto riguarda il rispetto della città in cui si vive come al solito in Italia siamo sempre tra gli ultimi rispetto agli altri paese europei 😦

  4. Pandoro Says:

    Però in sè questi cassonetti dovrebbero funzionare.
    Il fatto che la spazzatura resti lo stesso per strada è inciviltà, e allora è un’altro discorso.
    A me questa idea sembra fattibile, ma ci vuole la voglia della gente a farlo.
    Non credo sia poi così difficile alzare un portellone per evitare l’accumulo di rifiuti che porta poi a lamentarsi del comune, quando la colpa in primis è della gente che in questo caso non la vuole buttare dove viene chiesto.

    Questa cosa mi interessa.

    Per il rispetto oramai non possiamo fare quasi nulla, quasi tutti hanno scambiato repubblica con anarchia.

  5. Artemisia Says:

    Bravo Pandoro! Bravo perche’ dimostri tolleranza e mancanza di pregiudizi (punto 2). Bravo perche’ hai citato la Costituzione. Bravo perche’ ti preoccupi dell’ambiente e del decoro. Bravo perche’ osservi (Olanda, Spagna, Inghilterra) e ti chiedi giustamente: “perche’ da noi non puo’ essere cosi’?”.

    Anch’io quando sono stata ad Amsterdam sono rimasta colpita di come in quella citta’ le biciclette siano padrone mentre in Italia i ciclisti rischiano di essere messi sotto dalle auto o devono litigare con i pedoni sulle piste ciclabili realizzate facendo una striscia sul marciapiede.

    Ottimo che anche al TG2 abbiano parlato dell’assurdita’ del consumo di acqua minerale. Piano piano speriamo che gli Italiani capiscano che non solo si risparmia soldi e inquinamento ma l’acqua del rubinetto e’ piu’ controllata di quella minerale. Le analisi le devono fare ogni giorno e non ogni tre anni. In piu’ i parametri da rispettare per le sostanze tossiche sono molto piu’ severi per l’acqua del rubinetto. Per quanto riguarda il sapore, il cloro evapora dopo mezz’ora che hai riempito la caraffa.
    http://artemisia-blog.blogspot.com/2007/02/oro-blu.html
    A Roma poi avete un’acqua buonissima. Tu cosa bevi?

    Cassonetti a scomparsa sono stati istallati in diversi comuni in Italia (fai una ricerca su google e vedrai). Il vantaggio inoltre e’ che puoi controllare tramite una tessera magnetica quello che un utente butta nei vari cassonetti e far pagare in base ai rifiuti prodotti e non alla superficie della casa. http://www.isola.cc/ita.htm

    Certo, hai ragione, alla base di tutto c’e’ l’educazione, il rispetto e il grado di civilta’. Non e’ vero che non possiamo fare nulla. Dovrebbero insegnarvelo i vostri genitori e i vostri insegnanti. Se non lo fanno, cominciate voi, ragazzi sensibili come te Pandoro, a comportarvi bene e a far notare ai coetanei e agli adulti quanto sono incivili.

    Un abbraccio, grande Pandoro!

  6. babilonia61 Says:

    Desideravo ringraziarti per la tua visita. Approfitto di questa fermata per leggere qualcosa del tuo blog.

    Rino, interessandosi.

  7. Pandoro Says:

    Grazie anche a te per la tua.

    Vaga pure per il blog, sei libero di fare ciò che vuoi.

  8. Artemisia Says:

    Pandoro, domani 26 marzo su Rai 2 alle 12.45 una puntata del programma Le Storie di Corrado Augias parla di educazione sessuale e contraccezione con i ragazzi di un liceo romano.
    http://www.lestorie.rai.it/category/0,1067207,1067002-1077658,00.html
    Se a quell’ora, come penso sei a scuola puoi registrarlo oppure rivederlo sul sito della rai. Dura circa mezz’ora.

  9. Pandoro Says:

    Non ci sarò, e non posso registrarlo, sia perchè mi mancano le cassette, sia perchè non voglio dire ai miei “mamma mi registri un programma sull’educazione sessuale?”.
    Ma il sito rai tv mi viene sempre incontro…

  10. alicesu Says:

    La religione cristiana che si fotta…

  11. Lorenzo Says:

    La religione cristiana affligge il mondo, e soprattutto l’Italia. Lo dice anche Odifreddi.

    “Quasi tutti hanno scambiato repubblica con anarchia”: Pandoro, “anarchia” non è sinonimo di disordine o di mancanza di controllo. E’ sinonimo di “senza capi”. Non confondere le cose, per piacere.

    1) Il controllore del parco non risolverebbe nulla. Al massimo sostituirebbe gli “operatori ecologici”, ma non dissuaderebbe la gente a sporcare a natura.
    2) La discriminazione verso gli omosessuali è dovuta al Vaticano e alla paura del diverso. Non è molto, dopotutto.
    3) E’ impossibile sbarazzarsi di tutti i cadaveri degli animali: sono troppi e troppo frequenti.
    4) Non so andare in bicicletta: come farebbe misero me?
    5) E’ vero: ce lo disse anche la nostra professoressa di lettere in terza media. Le bottigliette d’acqua sono tra le cose più inutili e inquinanti al mondo, ma gli imprenditori ne ricevono un profitto altissimo, perché, naturalmente, c’è chi le compra (mio zio…).
    6) Consultori? Intendi dizionari?
    7) E’ mai accaduta una cosa simile?
    8) Ci si potrebbe inventare i muri utilizzati in “Una pallottola spuntata”. Secondo me risolverebbero subito la situazione.
    9) Le città sarebbero sicuramente più pulite esteticamente. Ma i rifiuti rimangono. E pure tanti!
    10) Perché non torniamo al vecchio e bel modo d’una volta, quando si usava gettare la spazzatura dalla finestra?

    Lorenzao

  12. alicesu Says:

    lorenzo puoi imparare ad andare in bicicletta!
    Sarebbe ora!!!

  13. Artemisia Says:

    Lorenzo, oltre che anarchico e rivoluzionario sei anche anticlericale! Caspita!

    Sul punto 1. sono d’accordo con Pandoro: un controllore risolverebbe specialmente se dotato di blocchetto per le multe 🙂

    Convinci lo zio a non comprare l’acqua minerale, dai!

  14. Pandoro Says:

    Allora rispondo a tutti, con calma.

    1. Artemisia, concordo con te.
    L’unico punto in cui non andiamo d’accordo è il fatto del poter far qualcosa contro l’inciviltà.
    Beh oddio, qualcosa si potrebbe fare…ma se ci sono persone che se ne fregano e fanno fare la –popò– agli animali per strada… (è un argomento fin troppo scottante: è un porcile una città con cacche di cane dappertutto, ne pesto una ogni secondo. Questo vuol dire che il proprietario dell’animale se ne frega di tutto e di tutti e sa che tanto nessuno la pulirà. Mancanza di pulizia, di intelligenza, e menefreghismo totale).

    2. Alice, per quel che pensi te hai ragione, per quel che penso io no. Ma ognuno è libero qui, e quindi di certo non posso modificare la tua opinione.

    3. Lorenzo, non hai capito NULLA.
    Il controllore nel parco come dice Artemisia (provvisto di blocchetto) farebbe tanto. Forse non ci vai spesso nei parchi, ma sappi che sono davvero sporchi (vuoi dire che per te non contano siringhe e preservativi usati per terra?). Con gli scout abbiamo fatto un progetto l’anno scorso e abbiamo fatto le staccionate, abbiamo rasato l’erba e pulito un parchetto vicino la nostra sede. POI, la chiesa NON la rendiamo colpevole di ogni cosa, come siamo buoni tutti. Come succede in politica: se io sono di sinistra, accuso la destra e viceversa. Ma essere di un’altro partito vuol dire odiare l’altro?
    Per la bici, si può imparare, e di certo se te non puoi non vuol dire che nessuno può.
    Dizionari? Altra battuta di scarsa ironicità…
    7: Si vede che non segui giornali o televisione: ecco, stavolta accendi questa santa televisione per informarti un pò di più, e se non lo fai, ti faccio aiutare da Artemisia in questa crisi anti-TV.
    9: non è affatto vero. È la gente che li vuole far rimanere…o almeno, qualche tipo di ‘gente’…
    10: Certo, ovvio. Poi però se nevica e ti trovi un bell’alberello di Natale già pronto fatto di sacchetti neri o blu, te lo decori te!

    FOR ALL:
    Ma se non siete credenti, perchè non boicottate le feste religione come il Natale, Pasqua e via dicendo, e ve ne andate chi a scuola, chi a lavoro?

  15. Artemisia Says:

    Pandoro, ho visto la trasmissione di Augias che puoi rivedere qui:
    http://www.rai.tv/mpplaymedia/0,,RaiTre-Lestorie%5E17%5E69267,00.html
    Penso che la troverai interessante anche se non ti devi aspettare una lezione di educazione sessuale (dura 25 minuti). Hanno fatto vedere un esperimento fatto a Cremona proprio come piacerebbe a te. Una serie di lezioni tenute da ragazzi di quinta liceo (opportunamente addestrati) senza presenza di professori e di altri adulti in modo che i ragazzi più piccoli si sentissero liberi di esprimere tutti i loro dubbi.
    Inoltre la ginecologa in studio ha citato un sito http://www.sceglitu.it che è rivolto proprio ai ragazzi ed è fatto da ginecologi e psicologi (bisogna infatti stare attenti a quello che si legge in rete).
    Io sarei contenta se mio figlio mi chiedesse consiglio. E’ molto timido e non so se lo farebbe.

    Sulle feste religiose: io semplicemente non le festeggio ma non posso andare in ufficio. Non ci si può andare quando ci pare, sai?

    Mi fa piacere che tu abbia fatto (o stai facendo) gli scout. Mi sembra un’ottima esperienza che insegna tante cose ( http://artemisia-blog.blogspot.com/2007/06/del-mio-meglio.html )

    Infine: occhio a “un” con l’apostrofo seguito da nomi maschili e po’ vuole l’apostrofo non l’accento.

    Ciao bello!

  16. Pandoro Says:

    Grazie Artemisia.

    Ti ho commentato il post sugli scout, brevemento però.

    Il video comunque l’avevo già visto dopo che te mi avevi avvisato che sarebbe andato in onda, ed essendo a scuola appena sono tornato sono andato a vederlo su rai.tv.

    Il sito invece è interessante. Avrei già una domanda da mandargli…

  17. Lorenzo Says:

    Caro Pandoro, per piacere: quando parli, parla italiano, perché ho serie difficoltà a capire cosa intendi dire.
    Se poi ci aggiungiamo anche il fatto che il commento risale a più di una settimana fa, ho veramente tanti problemi a rispondere.
    Ad ogni modo, ci proverò ugualmente:
    Non sto contestando il fatto che i parchi siano sporchi: ci vado (andavo) molto spesso, e lo vedo come sono ridotti. Se gli scout hanno fatto questo, buon per loro. Ma io stavo dicendo solo che un semplice controllore nei parchi, non risolverebbe molto la situazione. Ma, specialmente, la gente sarebbe dissuasa dal gettare a terra le loro cartacce. Secondo me, sarebbero soldi spesi quasi inutilmente. E poi chi diavolo ha nominato la Chiesa? L’ho forse accusata d’essere la causa della sporcizia nei parchi? Quelli che fai sono discorsi giusti, ma completamente fuori tema. Da dove te li tiri fuori? Dai cassonetti?
    Per la frase sulla bicicletta, non ti rispondo nemmeno, perché mi auguro che tu stessi scherzando.
    Su quella dei dizionari, invece, rispondo; non era assolutamente una battuta: ero serissimo! Non ho proprio capito cosa intendi con “consultori”. La prima cosa che mi è venuta in mente è stato il vocabolario.
    Non so chi ti ha detto che non seguo i giornali, visto che li leggo sempre, quando posso. Dell’informazione televisiva me ne “fotto”, detto chiaramente. I telegiornali interpretano e modificano tutto come fa più comodo a loro, e non è questa l’informazione che gradisco. Preferisco largamente Internet, dove le notizie le ricevo anche da chi non ha interessi sul mettere le mani nell’informazione, e arriva quasi interamente pura, per così dire. Naturalmente, notizie come quella dell’ospedale allagato mi interessano di meno, per cui è normale se non ne so nulla. Una cosa è certa: i casi di ospedali allagati sono inammissibili, ma allo Stato importa ben poco.
    La gente i rifiuti li produce comunque, che i cassonetti siano superficiali o sotterranei. Non puoi certo risolvere il problema dei rifiuti scaricando questi sotto terra. Si verrebbe a creare un problema analogo a quello delle discariche.
    Per il punto 10: dai, su! Un po’ di sano umorismo! Lo sappiamo tutti che la cosa migliore è seguire l’esempio di Futurama: rammucchiamo tutti i rifiuti mondiali in una palla gigante e poi la lasciamo girovagare per l’eternità nell’Universo.

    Riguardo alla questione delle feste religiose: “boicottare” significa “danneggiare”, “sabotare”. Non credo sia questo ciò che intendi tu. E anche se fosse questo, io non ve ne vedrei molto motivo; almeno non nella società d’oggi. Io sono ateo, ma, se non lo sai, il Natale, la Pasqua e tutte le altre feste cattoliche (e non religiose: in Italia esiste solo il Cattolicesimo) sono riconosciute (quasi imposte) pienamente dallo Stato italiano. E, comunque, chi è che rinuncerebbe a qualche giorno di festa, pur non credendoci? Solo persone molto oneste, che nel Mondo scarseggiano assai.
    Se la società fosse diversa, abolirei ogni tipo di istituzione o festa statale che riguardi la religione, visto che quest’ultima non è altro che un’invenzione dell’uomo. Invece, a quanto pare, l’Europa, e l’Italia in particolare, è afflitta da certe istituzioni come, appunto, il Vaticano.
    Ti consiglio anche di ascoltarti una bellissima canzone di Fabrizio De André, “Il testamento di Tito”, che tratta proprio di questo.

    Artemisia: è difficile che un anarchico possa considerarsi clericale, visto che abolisce qualsiasi tipo di potere (concetto molto utilizzato e interpretato dai preti cristiani).

  18. Pandoro Says:

    Continuo a ripeterti: non hai capito nulla.

    Ma sì dai, lasciamo che l’Italia vada a rotoli, così se finirà la carta igienica in casa sapremo cosa usare…

  19. Lorenzo Says:

    ‘Cazzo c’entra? Prima dici che non ho capito nulla e poi neanche rispondi. A me pare, invece, che sei tu quello che va completamente fuori tema e inventa dei discorsi sensati ma totalmente fuori luogo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: